FERRUTENSIL SETTEMBRE 2023

La nuova generazione di idropulitrici Annovi Reverberi S.p.a. - Cleaning division www.arxp.com SETTEMBRE 2023 - anno 37 - n°7 ferrutensil.com F e r r a m e n ta • ute n sileria • Fai da te • giardi n a g g i o DOSSIER Evoluzione digitale in ferramenta: come sta cambiando la rivendita? INTERVISTA New-Fer, la rivendita professionale con 8 magazzini verticali DISTRIBUZIONE Maria Tamborra, Tecnomat: ecco la nostra idea di omnicanalità RIVENDITORE Edil Tosi: obiettivo crescita oltre all’edilizia

Cambia aria alla casa con Respira! Scopri le avvolgenti fragranze delle candele Respira in vetro, disponibili nel pratico formato bicchiere o nella elegante giara con tappo richiudibile. Oppure, lasciati conquistare dalle profumazioni dei raffinati diffusori d’arredo, perfetti in qualunque ambiente. ® ! " #$! %& ' (( $ Per cambiare aria, chiudi gli occhi e... Respira... aria di novità! www.respirahome.it candele profumate & diffusori d’arredo Nuove fragranze e nuove confezioni con cartoncino protettivo illustrato Giara da 500 g disponibile in 4 profumazioni

IL POTENZIAMENTO DEI NOSTRI MAGAZZINI È COMPLETO Il futuro è qui. Abbiamo investito nella costruzione di un nuovo magazzino totalmente automatizzato, che raddoppia la nostra capacità di stoccaggio e di o昀erta. Potrai continuare a contare su di noi per gestire grandi volumi di prodotti, ridurre i tempi di attesa e migliorare la tua e cienza operativa. 88.000 POSTI PALLET DIPONIBILI 44.000 Scopri di più su... ambrovit.it/x2 24.000 M2 DI AREA COMPLESSIVA 12.000 12.000 SCATOLONI CONFEZIONATI IN UN GIORNO 6.000

FERRUTENSIL 3 SOMMARIO 32 52 42 DOSSIER Abbiamo raccolto alcuni pareri nel dettaglio per delineare i trend vissuti nel comparto degli utensili manuali. 66 RIVENDITORE Edil Tosi: un gruppo edile con progetti lungimiranti di crescita e sviluppo mirati all’ampliamento del mix assortimentale e ad un servizio di consulenza e posa sempre più completo. 58 4 Editoriale 12 News Attualità 32 DOSSIER EVOLUZIONE DIGITALE Evoluzione digitale in ferramenta: come sta cambiando la rivendita? di Alessandra Fraschini 42 RIVENDITORE New-Fer, la rivendita professionale con 8 magazzini verticali di Alessandra Fraschini 50 MONDO ASSOCIATIVO Ferca rinnova il CDA. Pomello Chinaglia è il nuovo presidente di Valeria Lodesani 52 INTERVISTA Maria Tamborra, Tecnomat: ecco la nostra idea di omnicanalità di Raffaella Pozzetti 58 RIVENDITORE Edil Tosi: obiettivo crescita oltre all’edilizia di Valeria Lodesani 66 DOSSIER UTENSILI MANUALI Utensili manuali, un segmento che assicura un’ottima rotazione di Alessandra Fraschini 76 EVENTI Bricoday Digital Village, parlano i protagonisti di Claudia Perolari 88 RIVENDITORE Casa del Cuscinetto, forniture industriali da tre generazioni di Claudia Perolari 92 EVENTI Festool Experience 2023, viaggio nel mondo professionale di Alessandra Fraschini 98 NORMATIVE Formaldeide, la UE dimezza i valori consentiti di Massimo Casolaro DALLE AZIENDE 30 Ambrovit, con il raddoppio del magazzino raddoppia il servizio 72 Ullmann drywall kit, gli strumenti professionali per il cartongessista 73 Rivoluzione Milwaukee® MX Fuel™: mai più scoppio, in cantiere solo batteria 74 Utensili Bassoli: comunicazione e tecnologia per guardare al futuro 75 Superplasma. Il casco plasma di Kask diventa super 102 d-c-fix® per rinnovare e personalizzare la tua casa 104 CFG Spa, tutto il calore che serve 106 Gimap, nuova linea forbici multiuso in titanio 107 Linea Hard Work Kemper per il professionista delle impermeabilizzazioni a cura di Claudia Perolari 108 Dalle aziende...in breve 117 Fiere 122 Prodotti & Novità 128 Offerte di lavoro a cura di Claudia Perolari DOSSIER Abbiamo raccolto alcuni pareri tra le rivendite ferramenta per approfondire come l’evoluzione e l’integrazione di processi digitali stia modificando il canale distributivo. Utilizza il QR Code per sfogliare online Ferrutensil su tablet o smartphone o vai su ferrutensil.com/rivista INTERVISTA È sempre più omnicanale la strategia di crescita messa a punto da Tecnomat. Ne abbiamo parlato con Maria Tamborra, amministratrice delegata di Tecnomat Italia. INTERVISTA New-Fer: un punto vendita completamente rivoluzionato nel layout e nella logistica con siti verticali che consentono di gestire oltre 15.000 articoli delle 35.000 referenze disponibili.

FERRUTENSIL 4 EDITORIALE MASSIMO CASOLARO direttore esecutivo e responsabile massimo.casolaro@epesrl.it Da 15 anni a questa parte, settembre è il mese di Bricoday (28-29/9 Fieramilanocity), il principale evento espositivo e convegnistico B2B per i mondi del bricolage, decorazione della casa, outdoor e tecnico. La novità di quest'anno è Bricoday Digital Village, che presenterà, in uno spazio dedicato, i player più interessanti nell’evoluzione digitale del retail e nel commercio online: le piattaforme e marketplace più affermati, le soluzioni gestionali più avanzate, i pagamenti, la codifica dei prodotti, i servizi di logistica e arredo, il marketing digitale, la comunicazione e tanto altro (a pag. 76). All'area espositiva si affiancherà un intenso programma di presentazioni non stop e tavole rotonde con ospiti di primo piano, coinvolgendo espositori e visitatori per favorire la diffusione delle conoscenze digitali nel retail e attirerà professionisti e aziende tecnologiche (il programma a pag. 10-11). Non mancate, la partecipazione è gratuita e possono accedere tutti i visitatori di Bricoday con lo stesso badge (registrazione su www.bricoday.com). Un numero ricco di contenuti in cui il protagonista assoluto è il rivenditore: nei vari articoli ne abbiamo coinvolti ben 15. Abbiamo intervistato singolarmente tre realtà che si distinguono sul mercato per essere particolarmente dinamiche e innovative. In testa NewFer di Vigodarzere (PD), un punto vendita del professionale che ha fatto dell'efficienza logistica il suo fiore all'occhiello dotandosi di ben 8 magazzini automatici verticali che permettono di gestire ordini complessi in brevissimo tempo (a pag. 42). Invece Ediltosi (due filiali nella provincia di Verona) appartiene a quel gruppo sempre più consistente di rivendite edili che hanno scelto di espandersi nel canale ferramenta. Per farlo ha allestito una superficie a libero servizio molto bella e con un layout assai curato (a pag. 58). Infine, Casa del Cuscinetto di Pordenone, una fornitura industriale storica e radicata nel suo bacino d'utenza, che fa di competenza, flessibilità e ampio stock i suoi punti di forza (a pag. 88). Proponiamo inoltre due dossier. Il primo sulla digitalizzazione in ferramenta (a pag. 32): abbiamo raccolto alcuni pareri tra i rivenditori del nostro settore per approfondire come l’evoluzione e l’integrazione di processi digitali stia modificando, anche profondamente, il canale distributivo disegnando nuove strategie sia nel negozio fisico sia nel canale online. Nel secondo (a pag. 66) abbiamo chiesto ad alcune ferramenta di delineare i trend nel comparto degli utensili manuali e quali strategie siano state sviluppate per rispondere alle esigenze di un’utenza professionale e privata sempre più esigente. Chiudiamo con l'importante intervista a Maria Tamborra (a pag. 52) amministratore delegato di Tecnomat (ex Bricoman) l'insegna professionale sulla bocca di tutti per la sua impetuosa espansione e per le sue strategie innovative che le hanno permesso di vincere la tradizionale ritrosia dell'utenza professionale a rifornirsi presso punti vendita della Gdo. Con lei abbiamo affrontato il tema della multicanalità, per capire come un grande rivenditore che punta soprattutto sui negozi fisici può sfruttare i canali digitali per potenziare le sue vendite.

G&B Fissaggi S.r.l. Italia Corso Savona, 22 - 10029 Villastellone (TO) tel. +39 011 961 94 33 - info@gebfissaggi.com G&B Fissaggi UK G&B Fissaggi Vertretung Deutschland G&B Fissaggi Ibérica - MAREFIX G&B Fissaggi Benelux G&B Fissaggi France www.gebfissaggi.com R 90 professional design of anchorage in concrete G&BCALCULATION PROGRAM 4.3 on line

ABC Tools IV Cop. Ambrovit Pag. 1 Ani Pag. 45 Annovi I Cop. A.P.Fer Pag. 95 Bassoli Pag. 39 Beta Tools Pag. 23 Bot Lighting Pag. 97 Bricoday Pag. 8 CFG Pag. 17 Chanteclair Pag. 71 DAC Pag. 20 Dike Pag. 7 Einhell Pag. 55 Facco II Cop. FDT Group Pag. 83 Fermec Pag. 61 Flex Pag. 63 G&B Fissaggi Pag. 5 Grupa Topex Pag. 25 Ingco Pag. 85 IMA Pag. 2 Kapriol Pag. 37 Kask Pag. 27 Lampa Pag. 57 Lavorwash Pag. 47 Machieraldo Pag. 103 Merit Link - Crown Pag. 69 Mobil Plastic Pag. 65 Proxxonn Pag. 21 R.E.I.T. Pagg. 15-19 Romeo Maestri Pag. 29 Saratoga Pag. 13 Selfit Pag. 91 Sipa Pag. 101 Starrett III Cop. Tavola - Orphea Pag. 24 Valex Pag. 35 Vinco Pag. 81 Zippo Pag. 49 INSERZIONISTI COLOFON Ferrutensil è edito da EPE Edizioni S.r.l. Redazione: 20142 Milano - Via Spezia, 33 - Tel. 02.89.50.18.30 Mail: info@ferrutensil.com - Web: www.ferrutensil.com Direttore responsabile/editoriale: Massimo Casolaro (massimo.casolaro@epesrl.it) Redazione: Claudia Perolari (claudia.perolari@epesrl.it) Sara Cavallini (sara.cavallini@epesrl.it) Segretaria di redazione: Silvia Mariani (silvia.mariani@epesrl.it) Hanno collaborato: Isabella Benaco, Adriana Colombo, Alessandra Fraschini, Vittorio Lai, Valeria Lodesani, Giulia Piccinelli, Raffaella Pozzetti, Anna Rucci Ufficio Grafico: Claudia Bellelli (claudia.bellelli@epesrl.it) Abbonamento Italia: 1 anno (9 numeri): euro 15 Per le modalità di sottoscrizione contattare l’ufficio abbonamenti: tel. 02.89.50.18.30 - silvia.mariani@epesrl.it. Stampa: Roto3 - Castano Primo (MI) Periodico iscritto al ROC (registro degli operatori della comunicazione) n° 3231 in data 30/11/2001. Autorizzazione Tribunale di Milano n° 809 del 25/11/2004 Pubblicità: EPE srl - 20142 Milano - Via Spezia, 33 - Tel 02.89.50.18.30 Direttore Commerciale: Maurizio Casolaro (maurizio.casolaro@epesrl.it) Testata volontariamente sottoposta a certificazione di tiratura e diffusione in conformità al Regolamento CSST Certificazione Editoria Specializzata e Tecnica Per il periodo 1/1/2022-31/12/2022 Tiratura media: 9.161 copie Diffusione media: 9.014 copie Certificato C.S.S.T. n° 2022-6584 del 20/2/2023 Società di revisione: BDO Italia La stampa tecnica e specializzata è il mezzo più sicuro ed affidabile per raggiungere target mirati e selezionati di operatori di settore e professionisti. Quando pianificate il vostro investimento e scegliete a quali riviste affidare il vostro messaggio pubblicitario, puntate su testate certificate CSST. Avrete la sicurezza e la garanzia di disporre di dati certi sulla tiratura e sulla diffusione, autenticati con metodologia internazionale. Avrete la certezza di operare scelte corrette e di investire nel modo migliore il vostro denaro, affidandovi ad Editori che lavorano all'insegna della trasparenza. A.N.E.S. - Associazione Nazionale Editoria Periodica Specializzata Via Pantano, 2 - 20122 Milano Tel. 02.8057777 - Fax 02.8054815 www.anes.it - e.mail: anes@anes.it NUOVA CERTIFICAZIONE 2023 Tiratura media: 9.161 copie Diffusione media: 9.014 copie

SCARPE ANTINFORTUNISTICHE E ABBIGLIAMENTO DA LAVORO DIKE.WORKS OGNI SCELTA CHE FACCIAMO LASCIA UN’IMPRONTA. Dike è proiettata da sempre verso un mondo nuovo. Un mondo migliore in cui gli sprechi e le emissioni di CO2 sono ridotte al minimo. In cui produttività ed ecosostenibilità sono la stessa cosa. Un mondo 100% Reload. Lo dimostriamo ogni giorno scegliendo metodi produttivi, tecnologie e materiali ecofriendly. Scegliendo la cultura del riciclo di ciò che può ancora essere riutilizzato e partner con la nostra stessa visione e i nostri stessi valori. Reload non è solo il nome di una linea di scarpe o d’abbigliamento. È il modo in cui pensiamo tutta la nostra produzione. Reload è il nostro futuro.

SPONSOR Con Da 15 anni la fiera leader per la distribuzione del bricolage 28-29 settembre 2023 - Fieramilanocity NOVITÀ2023 Bricoday Digital Village è un’area immersiva dedicata all’ecommerce, all’evoluzione digitale del punto vendita fisico e a tutti i servizi avanzati nel comparto del bricolage e della ferramenta. www.bricoday.com REGISTRATI SUBITO GRATIS SU BRICODAY.COM La partecipazione a Bricoday è gratuita con registrazione obbligatoria Bricolage • Ferramenta • Garden • Illuminazione • Arredo casa

15a edizione Powered by SCARICA L’APP BRICODAY 28 settembre 2023, dalle ore 10.30 Convegno Bricoday Ore 10.30 Osservatorio permanente bricolage: sviluppo della rete distributiva e performance economiche delle insegne brico. Con Andrea Boi, Senior manager e Partner, TradeLab Ore 11.00 Tavola rotonda. Progettare, costruire e mantenere la casa. Con Angelo Tomasini, Leader Mercato e Offerta, Leroy Merlin Italia. Con Paolo Micolucci, Consigliere Delegato, Brico io Con Marco Mozzon, Leader Ecosistema e Sviluppo del Business, Bricocenter Ore 11.45 Numeri e trend di consumo del mercato del bricolage italiano. Con Roberto Fogliata, Sales Lead GfK Ore 12.15 Tavola rotonda. Arredare e vivere la casa Con Eric Joselzon, Chairman of the board e Chief product & Marketing Officer, Conforama Con Jacopo Carini, Sales and Marketing Manager Italy, JYSK. Partecipanti alla tavola rotonda in aggiornamento Il tema portante del convegno Bricoday, che si terrà giovedì 28 mattina nella sala plenaria situata nel padiglione 4, sarà il ruolo sempre più centrale che ha la casa nella vita delle persone. E’ stato scelto di adottare l’approccio della tavola rotonda per poter sviluppare le dinamiche relative all’abitazione sotto diversi punti di vista, approfondendo le varie tematiche con un ampio parterre di relatori. La prima tavola rotonda, che affronterà l’ambito della ristrutturazione e manutenzione della casa, vedrà protagonisti alcuni tra i principali retailer del mondo brico. Leroy Merlin, Brico io e Bricocenter discuteranno di come evolve il concetto di abitazione e come sta cambiando l’approccio ai lavori di rinnovamento della casa. La seconda tavola rotonda vedrà la partecipazione di retailer specializzati nell’arredamento e negli articoli casalinghi e si focalizzerà sugli aspetti legati al vivere l’abitazione e le tendenze del vestire la nostra dimora. Entrambi i talk saranno moderati da Armando Garosci, editore della rivista Largo Consumo e grande esperto di comportamenti d’acquisto e mercati della grande distribuzione. Non mancheranno i consueti interventi dei partner storici di Bricoday, GfK e TradeLab, che presenteranno la fotografia del mercato bricolage nell’anno appena trascorso. PROGRAMMA GIOVEDÌ 28 SETTEMBRE

OPMF e Bricoday Digital Village presentano il Convegno dedicato al canale phygital, ai processi di evoluzione digitale e alle nuove frontiere di integrazione che si stanno diffondendo nel Retail tecnico, ferramenta e brico. Un percorso dedicato al tema dell’integrazione e della convergenza: di canali, di processi, di tecnologie, di reti distributive per comprendere come l’evoluzione digitale e tecnologica possa condizionare le regole tradizionali nel Retail tecnico per rispondere alle nuove esigenze del consumatore e del professionista. Dai processi di innovazione di servizio dello store alla codifica evoluta dei prodotti, alle filiere distributive phygital e omnicanali fino alle nuove frontiere disegnate dalla realtà virtuale e dall’intelligenza artificiale generativa. OPMF (Osservatorio Permanente Multicanalità in Ferramenta) è una survey approfondita sulla multicanalità nel retail tecnico brico ferramenta (oltre 500 interviste one to one) giunta alla VIIa edizione. E’ svolta in collaborazione con Ferrutensil, Ferca, Selfit, MyBank. Ore 10.00 Introduzione Convegno - Moderazione Alessandra Fraschini, giornalista esperta retail fisico ed online Ore 10.05 OPMF Ricerca 2023 - Tendenze e fattori di discontinuità del phygital retail tecnico. Scenario phygital ed evoluzione digitale negozio specializzato. Focus pagamenti digitali e marketplace aggregativi - Con Alessandra Fraschini, Ceo e founder OPMF, Osservatorio Multicanalità in Ferramenta Phygital store – L’evoluzione digitale e le nuove frontiere in store e online Ore 10.20 I codici a barre di nuova generazione, abilitatori di nuove informazioni e forme di tracciabilità - Con Emanuela Casalini, Senior standard specialist GS1 - Così come 50 anni fa, l'introduzione del barcode ha rivoluzionato il modo di fare la spesa, oggi il codice a barre di nuova generazione offre nuovi livelli di informazioni, portando ulteriori benefici ai consumatori e alle aziende. Ore 10.40 Le nuove frontiere in store e online: l’Intelligenza artificiale generativa per il retail Con Francesco Semeraro, Retail & Fashion Industry di AWS Amazon Servizi - L’Intelligenza artificiale generativa, progetti ed investimenti per la crescita del Retail specializzato Ore 10.55 Digitalizzazione: il progetto di Microsoft per l’evoluzione digitale delle PMI Con Giacomo Frizzarin, Direttore della Divisione Small, Medium and Corporate Microsoft Ore 11.10 Le nuove frontiere tecnologiche: i dispositivi smart e 3D per spingere le vendite Con Lorenzo Montagna, presidente VRARA associazione realtà virtuale e aumentata Ore 11.25 Il futuro del retail B2B: dallo store fisico al marketplace Con Chiara Leone, Social Media Specialist Würth Italia PROGRAMMA VENERDÌ 29 SETTEMBRE ESPOSITORI: bricoday.com/espositori • CONVEGNI: bricoday.com/convegno

Venerdì 29 settembre 2023, dalle ore 10: convegno Digital Village Phygital retail, le nuove frontiere dell’integrazione La distribuzione integrata – Dal fisico al digitale e ritorno Ore 11.40 Tavola rotonda L’evoluzione digitale del canale distributivo tradizionale ferramenta Con Francesco Franzini di Franzini Annibale e Paolo Lain, direttore del gruppo Ferritalia I progetti per supportare l'evoluzione digitale nel canale distributivo tradizionale ferramenta e per lo sviluppo di una cultura (anche digitale) ferramenta attraverso l'Academy Il servizio omnicanale di AgriEuro nel progetto di 300 centri di assistenza in Italia ed Europa - Con Filippo Settimi, ceo di Agrieuro - A un anno dal lancio dei Centri Assistenza AgriEuro Partner, una rete capillare di officine tecniche partner sia sul territorio nazionale sia internazionale, quali sono i reali benefici di una strategia omnicanale in termini di servizi customizzati offerti al cliente finale? Ore 12.05 Pagamenti e fintech: quello che devi sapere sui pagamenti digitali. Con Riccardo Porta, head of Business Development di MyBank e Top Voice Finanza di LinkedIn Scenari e trasformazioni: come puoi vendere di più online? Ore 12.20 Tavola rotonda | Evoluzione marketplace Aggregazione di partner, categorie core business e logistica. Il servizio phygital per attrarre il consumatore privato e professionale. Cosa sta succedendo nella distribuzione specializzata online? Ne parliamo con i protagonisti con Federico Bertero, responsabile Leroy Merlin Marketplace con Alessandro Samà, Ceo di Bricobravo con Anthony Meierruth, Business Developer Lead ManoMano con Martina Colandrea, Commercial Director eBay In collaborazione con DIGITAL VILLAGE Bricoday Digital Village è una iniziativa di REGISTRATI SUBITO GRATIS SU BRICODAY.COM

FERRUTENSIL 12 BigMat, la Nuova Commerciale di Noto (SR) entra nel Gruppo Con La Nuova Commerciale, il Gruppo BigMat – leader in Italia e in Europa di punti vendita per la distribuzione di materiali per costruire, ristrutturare e rinnovare – approda anche nella provincia di Siracusa arrivando a 11 soci sull’isola, uno sviluppo che si è accelerato negli ultimi anni, segnale di una rinnovata attenzione per l’edilizia al Sud. Con un magazzino di circa 15mila mq, di cui 990 coperti, offre a imprese, artigiani e professionisti dell’edilizia tutte le migliori soluzioni per costruire e ristrutturare: materiali per l’edilizia, coperture, utensileria, attrezzature per cantiere e antinfortunistica ma anche lavorazione del legno, colore con tintometro, prodotti per il restauro e finiture per esterni. La rivendita nasce nel 1971 inizialmente come bottega di alimentari a servizio della contrada Testa dell’Acqua, a 16 km da Noto, che nel tempo amplia la sua gamma di prodotti con articoli di ferramenta, di idraulica ed elettroutensili. Nel 1990 la bottega diventa La Nuova Commerciale, rivendita all’ingrosso di materiale edile divenendo un punto di riferimento su tutto il territorio est e sud-est siciliano. È poi la terza generazione della famiglia ad aver portato una ventata di innovazione e modernità all’azienda di famiglia attraverso un’intensa attività di marketing e comunicazione e un processo di digitalizzazione che ha efficientato la gestione del magazzino e dei vari reparti portando a una crescita esponenziale negli anni. Primo semestre 2023 negativo per Home Depot e Lowe’s Diffusi i dati fiscali del Q2 2023 dei due principali retailer diy USA, Home Depot e Lowe’s, che da soli rappresentano oltre un terzo del mercato mondiale. Il secondo trimestre fa segnare una leggera ripresa rispetto al Q1 che era stato pesantemente negativo per entrambi (i numeri dei due retailer sono sostanzialmente in fotocopia), ma restano in area negativa. Nel dettaglio per Home depot Q1 -4,2%, Q2 -2%, per Lowe’s Q1 -4%, Q2 -1,6%. Nelle presentazioni dei dati entrambe le insegne hanno indicato il contesto macro economico come la causa principale di questi risultati. Home Depot ha evidenziato un semestre particolarmente negativo per il settore legno (-40%), mentre sono in positivo materiali da costruzione, outdoor, hardware, impianti idraulici, strumenti per la lavorazione del legno. Per Lowe’s il risultato del Q2 (-1,6%) è molto migliore di quanto atteso ed è incoraggiante la crescita del 6,9% delle vendite a clienti professionali. Per l’insegna i settori positivi sono stati idraulica, materiali da costruzione, vernici, outdoor, garden e hardware. Lowe’s ha anche annunciato un importante restyling del layout dei suoi negozi, in particolare per migliorare l’esperienza BOPIS (buy-onlinepick-up-in-store). In vigore il Digital Services Act per i colossi del web E’ scattato il giro di vite per il controllo dei contenuti sulle grandi piattaforme online. Dal 25 agosto è entrato in vigore il Digital Services Act (Dsa), il regolamento approvato dall’Unione europea (Ue) per la regolamentazione dei contenuti nel mondo digitale. Sono al momento 19 i colossi del web, definiti “Very large online platforms (Vlop)”, quelli con oltre 45 milioni di utenti al mese, a cui si chiede di adeguarsi subito alla normativa: Aliexpress di Alibaba, TikTok, l’App Store di Apple, Facebook e Instagram di Meta, YouTube, Google Play, Google Maps e Google Shopping di Alphabet, nonché Pinterest, Amazon e Zalando. Nei motori di ricerca, inoltre, figurano anche Bing di Microsoft e Search di Google. L’enciclopedia online Wikipedia, Snapchat, LinkedIn, Booking e X completano l’elenco. Il provvedimento richiede maggiore trasparenza alle Big Tech e spazia dalla disinformazione ai contenuti illegali. In estrema sintesi, la novità normativa si ispira al principio secondo cui ciò che è illegale offline lo deve essere anche online. Le piccole-medio imprese avranno tempo, invece, fino a febbraio, ma tutte le aziende che forniscono servizi digitali ai cittadini dell’Ue dovranno, infine, adeguarsi. Secondo le stime della Commissione europea il numero di compagnie interessate dalla legge sarebbero oltre 10mila. NEWS ATTUALITÀ SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

NEWS ATTUALITÀ Nuova apertura BricolaRge a Gela È prossima l’apertura di un nuovo punto vendita a insegna BricolaRge a Gela, in provincia di Caltanissetta, in corso Venezia, la principale via commerciale. Lo store è di proprietà di G.G.M di Marco D’Andrea, società siciliana entrata di recente a far parte del Consorzio Evoluzione Brico. Dotato di parcheggio privato, il punto vendita sorge inoltre nelle immediate adiacenze di uno dei supermercati Todis di proprietà di D’Andrea. Il centro brico potrà pertanto sfruttare la pedonabilità del supermercato, anche grazie ad azioni di comarketing che verranno sviluppate ad hoc. Il negozio di fai da te si svilupperà su una superficie espositiva di 500 mq, cui si aggiunge un’area esterna di 100 mq dedicata ai mobili da giardino. È già in programma, in una fase successiva, l’ampliamento dello spazio di vendita che dovrebbe raggiungere, a regime, una superficie coperta di circa 900 mq. L’assortimento, di circa 12.000 referenze, avrà una connotazione soprattutto tecnica. Fra i reparti principali si evidenziano infatti: elettroutensili, ferramenta, vernici, legno, sistemazione, illuminazione, elettricità, giardino, stagionale. Come è tipico dei negozi di prossimità, il centro brico punterà molto sull’assistenza cliente. Si segnala, in particolare, l’installazione di un banco servizi, con un piccolo magazzino alle spalle dell’operatore, dedicato alle minuterie dei mondi elettrico, idraulico, ferramenta. Carrai Paolo e Figli entra in Gruppo Made L’azienda è nata nel 1973 dedicandosi inizialmente alla lavorazione del ferro e quest’anno celebra il 50° anniversario dalla sua fondazione. Successivamente è arrivata la trasformazione in rivendita edile, che ha permesso all’azienda di affermarsi grazie alla commercializzazione di materiali per l’edilizia: laterizi, lastre in cartongesso, colle, polveri e molto altro. In breve, la rivendita fiorentina è diventata un punto di riferimento non solo per artigiani e imprese, ma anche per privati per il mercato fai da te. Lorenzo Carrai e i suoi collaboratori hanno scelto di affidarsi al Gruppo Made per diversi motivi, innanzitutto la propensione al supporto alle vendite e la qualità dei servizi, come per esempio l’assicurazione sul credito. Da sempre attenta alla gestione finanziaria, la rivendita ha deciso di fare questo passo importante per rafforzare la sua presenza sul mercato e creare nuove occasioni di crescita e sviluppo per l’attività. Osservatorio Saie: ancora positivo il mercato dell’edilizia Secondo l’ultimo Osservatorio Saie sulle imprese di produzione, distribuzione e servizi per il settore edile e dell’impiantistica, divulgato in preparazione di Saie, la fiera delle costruzioni (Nuova Fiera del Levante di Bari, 19-21 ottobre), in generale il comparto sta vivendo una fase di assestamento, dopo la crescita degli ultimi anni, possibile in parte proprio grazie all’impatto degli incentivi e dello sblocco dei cantieri. Partiamo dalla soddisfazione per il portafoglio ordini, il dato più eclatante: più di 9 aziende su 10 (93%) lo ritengono adeguato alla loro sostenibilità finanziaria. La domanda, dunque, c’è ed è alta, ma rispetto alle ultime rilevazioni, solo una piccola quota (13%) ha dovuto rinunciare a lavori per eccesso di richieste (erano il 95% a gennaio 2023). Gli imprenditori, infatti, sono corsi al riparo con successo, puntando soprattutto sugli investimenti necessari per migliorare la capacità produttiva e sull’assunzione di nuovo personale (entrambi 47%). In generale, gli incentivi e lo sblocco dei cantieri (entrambi al 59%) sono considerati decisivi per la crescita del settore nell’era post Covid. Il secondo, in particolare, ha guadagnato circa 30 punti percentuali rispetto al precedente Osservatorio Saie di gennaio e potrebbe aumentare ancora nei prossimi mesi se il Superbonus dovesse essere modificato. Guardando l’andamento economico, più di 6 aziende su 10 (64%) si dichiarano complessivamente soddisfatte di come sta andando la propria azienda, con il 48% del campione che può vantare un aumento dei ricavi. Un dato in linea con le aspettative di crescita del fatturato entro fine anno (51%). Se si considerano invece i prossimi tre anni, il 57% delle imprese prevede uno sviluppo del settore. Restando nel presente, la stessa percentuale si ritiene fiduciosa rispetto allo scenario generale, nonostante alcune criticità socioeconomiche particolarmente percepite dal settore come l’aumento del costo del lavoro (65%) e dell’inflazione (57%). FERRUTENSIL 14 SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

FERRUTENSIL 16 NEWS ATTUALITÀ Kasanova acquisisce gli store di Kasalinghi Italia Closing raggiunto all’interno della joint venture composta da Kasanova e Foppapedretti. Con decorrenza dal 1° giugno di quest’anno, infatti, il noto retailer del mondo casalinghi, arredo e tessile ha acquisito, per incorporazione, i 9 punti vendita di Kasalinghi Italia Srl (società partecipata del gruppo Foppapedretti). Si tratta, nella fattispecie, di 8 negozi presenti nel nord Italia, e di un 9° store a Sestu, in provincia di Cagliari. Tutti questi punti vendita, presenti prevalentemente negli outlet, sono di notevoli dimensioni e con un fatturato atteso per il 2023 di 8,2 milioni di euro, e ricavi per 6,7 milioni al 31 dicembre scorso. La nuova acquisizione porterà a una razionalizzazione dei costi e a un saving commisurabile su base annua di circa 400.000 euro di risparmi, a fronte di un incremento del fatturato. Findomestic, le intenzioni d’acquisto tornano a crescere: +11,3% Secondo l’Osservatorio mensile Findomestic, realizzato in collaborazione con Eumetra, le intenzioni d’acquisto di luglio tornano a crescere a doppia cifra (+11,3%) rovesciando la tendenza rilevata a maggio e giugno e riavvicinandosi ai livelli massimi dell’ultimo anno raggiunti lo scorso marzo. La metà degli intervistati si definisce molto o abbastanza ottimista per il futuro, il livello più alto da un anno a questa parte. La tendenza positiva di luglio gode dello slancio offerto dal segmento delle pompe di calore (+37,7%), ma anche della crescita dell’intenzione di acquistare impianti fotovoltaici/termici (+27,2%) o di isolamento termico (+13,8%). In aumento anche la propensione all’acquisto di infissi (+5,9%). Nel comparto casa risulta in crescita la propensione a ristrutturare la propria abitazione (+4,6%) mente si mantengono sostanzialmente stabili, sui livelli del mese precedente, le intenzioni d’acquisto di arredamento. Le intenzioni d’acquisto di piccoli e grandi elettrodomestici crescono rispettivamente dell’11 e 8,5% mentre il segmento delle TV cede il 4,6%. Nel comparto del tempo libero le intenzioni d’acquisto di viaggi (-0,7%) e attrezzature e abbigliamento sportivi (+0,6%) restano sostanzialmente stabili sui livelli di giugno. Le attrezzature per il fai da te, diversamente, registrano un incremento del 3,2% delle intenzioni d’acquisto. Confcommercio Lombardia, Sangalli presidente e Freri (Federcomated) è vice Carlo Sangalli è stato rieletto per acclamazione presidente di Confcommercio Lombardia dal nuovo Consiglio Generale (riunitosi in Confcommercio Milano): 48 consiglieri in rappresentanza delle 10 associazioni territoriali Confcommercio lombarde. Ad affiancarlo per i prossimi cinque anni Carlo Massoletti, vicepresidente vicario, e Giuseppe Freri (presidente Federcomated), vicepresidente. “Il terziario di mercato traina l’economia lombarda – dichiara Sangalli – in particolare i settori dei servizi, della ristorazione e del commercio. In questo contesto ancora positivo preoccupano l’inflazione e il rialzo dei tassi che potrebbero generare una fase recessiva della nostra economia. Punto di forza della nostra Regione è certamente la collaborazione pubblico-privato, fatta di ascolto e azioni concrete, che ha permesso di sostenere il sistema imprenditoriale anche nei momenti più complessi”. In Lombardia sono più di 541mila le imprese attive nel terziario di mercato (erano 537mila cinque anni fa): il 66% del totale delle imprese (814.196). E il Pil espresso dal terziario lombardo, con 305 miliardi e 459 milioni di euro, rappresenta il 71% del Pil regionale (429 miliardi e 530 milioni). Gli addetti del terziario in Lombardia sono quasi 3 milioni (2.973.430), il 67% del totale degli occupati in regione (4.462.692). SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

novità 2024 !!!" " # $ % & $ '()*()''**

NEWS ATTUALITÀ Lutto in Ferraboli, muore Davide Apollonio Ferraboli annuncia la prematura scomparsa del suo Ceo, Davide Apollonio che da anni conduceva l’azienda di famiglia con entusiasmo e abnegazione. Figlio di Mimma Ferraboli e Gigi Apollonio, Davide Apollonio era dedito alla sua famiglia e al suo territorio, che onorava con numerose iniziative benefiche e atte a promuovere ‘la brescianità’, come lo spiedo ‘spiét’ bresciano, che grazie a Davide aveva assunto una notorietà nazionale e internazionale. Appassionato di basket, presidente, fondatore e allenatore del suo Basket Prevalle, Davide Apollonio aveva legato il brand della storica azienda bresciana specializzata nella produzione di girarrosti, barbecue e graticole anche a squadre di serie A come la Virtus Segafredo Bologna in qualità di business partner ufficiale della squadra e la Germani Brescia in qualità di Bronze Partner durante la stagione 2021/2022; questo perché fin dalla sua nascita nel 1964, l’azienda bresciana era orgogliosa di identificarsi in uno sport che forma nei valori i giovani atleti di domani, come era solito sottolineare Davide Apollonio. Davide Apollonio lascia i genitori, la moglie Laura Avanzi con gli adorati figli Marco e Chiara, lasciando un vuoto incolmabile in tutta la comunità. Leroy Merlin Padova: il forte aumento dei costi causa un anno di ritardo Sembrava giunta al lieto fine la vicenda del grande centro Leroy Merlin (20.000 mq) che sorgerà nell’ex Foro Boario di Padova, un edificio storico che ha richiesto un iter autorizzativo lungo e tortuoso durato ben 9 anni. I lavori dovevano partire nei primi mesi del 2023, con l’apertura del negozio prevista nel 2024, ma ad oggi il cantiere non è ancora stato aperto e qualcuno inizia a sospettare che l’insegna francese possa seriamente ripensarci. A creare perplessità è il forte aumento dei costi preventivati per l’opera che sono passati dai 33 milioni di euro iniziali ai 45 milioni attuali, soprattutto a causa degli aumenti di opere e materiali edili che si sono succeduti negli ultimi 2 anni. Secondo fonti della stampa locale padovana, al momento Leroy Merlin è ancora intenzionato a portare a termine la realizzazione del centro, con inizio dei lavori tra la fine del 2023 e l’inizio del 2024, quindi con un anno circa di ritardo sulle previsioni iniziali, ma il preventivo dei costi finali è sotto continua osservazione, un ulteriore significativo aumento potrebbe indurre il retailer a un ripensamento. Amazon aumenta le commissioni per i vendor Prime che spediscono in autonomia Secondo un rapporto di Bloomberg, Amazon si appresta ad aumentare del 2% a partire dal mese di ottobre le commissioni addebitate ai venditori terzi che si fregiano del badge ‘Prime’ ma che gestiscono la logistica in proprio, pur garantendo tutte le specifiche (consegna rapida e gratuita, reso gratuito) delle spedizioni Prime. Questo programma, che si chiama ‘Seller Fulfilled Prime‘, è stato lanciato nel 2015, ma ha smesso di accettare nuove iscrizioni pochi anni dopo per le preoccupazioni che i commercianti non potessero soddisfare le rigide aspettative di spedizione di Amazon. Le registrazioni sono riprese nel giugno 2023, ma col nuovo rincaro molti venditori esterni saranno spinti ad aderire al programma Prime completo che prevede di utilizzare i servizi logistici di Amazon. Ricordiamo che al colosso dell’ecommerce le pratiche per spingere i suoi vendor a usare i suoi servizi logistici sono già costate una multa di 1,1 miliardi di euro comminati dall’Autorità europea alla Concorrenza e che è imminente una causa antitrust della Federal Trade Commission americana per le stesse ragioni. A quanto pare, Amazon non sembra preoccuparsene più di tanto. FERRUTENSIL 18 SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

ASPIRAPOLVERE PROFESSIONALI PER POLVERI SOTTILI Made in Germany. Made for you

NEWS ATTUALITÀ FERRUTENSIL 20 BE READY. PRONT I ? LINEA COMPLETA SPAZZOLE TERGICRISTALLO • TERGITURA SEMPRE SILENZIOSA E PERFETTA • VARI MODELLI PER COPRIRE UN PARCO AUTO SEMPRE MAGGIORE GRAZIE AI DIFFERENTI ADATTATORI DAC SRL V.Le J.F. Kennedy 21/a - 46019 Viadana (MN) Tel. +39 0375 820611 - Fax +39 0375 785840 CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI - dac.info@dacsrl.net Cambia il processo certificativo dell’incollaggio strutturale delle vetrazioni delle facciate continue Lo scorso 3 maggio 2023 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea (di seguito “OJEU”) l’EAD 09001000-0404 “Bonded glazing kits and bonding sealants” che ha sostituito il pre-vigente riferimento, l’ETAG 002 “Guideline for European Technical Approval for structural sealant glazing systems (SSGS)”. L’EAD copre i kit di vetrate a incollaggio “strutturale” e i sigillanti per l’incollaggio “strutturale” per impieghi in facciate e coperture aventi vetrazioni poste in verticale oppure inclinate fino a 7° rispetto all’orizzontale. L‘EAD specifica i metodi per attestare i kit di vetrate a incollaggio strutturale e sigillanti di incollaggio strutturale, relativi a sistemi supportati (tipo I e tipo II) e non supportati (tipo III e tipo IV) del vetro, dove la superficie di adesione con il sigillante per l’incollaggio strutturale è costituita dal vetro coatizzato o non coatizzato e dall’alluminio anodizzato oppure acciaio inox. Poiché i kit di vetrate a incollaggio strutturale e i sigillanti per l’incollaggio strutturale non sono coperti da alcuna norma armonizzata nell’ambito del Regolamento Prodotti da Costruzione (reg. UE 305/2011, CPR), l’EAD 090010-00-0404 costituisce l’unica possibilità di marcare CE, in modo “volontario” tali prodotti, tramite il rilascio di ETA specifico del kit di vetrate a incollaggio strutturale e/o del solo sigillante strutturale destinato a essere incorporato in un kit di vetrate a incollaggio strutturale. Le modifiche apportate dalla versione 2022 della norma rispetto alle precedenti edizioni, sono riassunte nel sito di Unicmi nella sezione notizie. www.unicmi.it SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

FERRUTENSIL 21 Per ulteriori informazioni: e-mail: export@proxxon.com www.proxxon.DPN steinicke wittlich Utensili con carattere ! Tutto da rifare per Tecnomat Olbia: il Tar accoglie il ricorso del Gruppo Bricofer È stata pubblicata il 31 luglio la sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna sulla vicenda che vede contrapposti da un lato il Gruppo Bricofer e la sua controllata Ottimax, dall’altro il Comune di Olbia con Bricoman Italia (Tecnomat) per la parte commerciale e M.D. 2000 S.r.l., per la parte edilizia. Confermati tutti i punti su cui si articolava l’appello cautelare del Gruppo Bricofer che era stato integralmente accolto dal Consiglio di Stato con ordinanza n. 120/2023 del 16 gennaio 2023. Con ciò il processo autorizzativo per il punto vendita Tecnomat di Olbia (che avrebbe dovuto sorgere a soli 3 Km dal negozio Ottimax esistente) è di fatto annullato. Le contestazioni di Bricofer (sostanzialmente accolte) sono quattro. • Per l’iter autorizzativo è stato utilizzato il “procedimento semplificato previsto dalla legge regionale per le medie strutture di vendita, laddove, nel caso di specie, l’attività commerciale rientra nella tipologia delle grandi strutture di vendita, per le quali il legislatore regionale prevede un procedimento autorizzatorio condotto dal Comune, ma che contempla la partecipazione sia della Regione che della Provincia chiamate a pronunciarsi in una conferenza di servizi, i cui esiti sono vincolanti”. • L’istanza di autorizzazione del negozio “avrebbe dovuto essere dichiarata irricevibile in quanto sprovvista del necessario parere di verifica di assoggettabilità a valutazione ambientale che l’amministrazione regionale deve rilasciare ogni qual volta le opere riguardino centri commerciali e determinino la modifica di strutture esistenti”. • “L’intervento proposto non è compatibile con la normativa in materia di prevenzione del rischio idrogeologico, poiché una parte considerevole degli interventi edilizi assentiti dal Comune di Olbia verrà svolto a ridosso di un’area definita a pericolosità idraulica molto elevata (Hi4) dallo ‘Studio di maggior dettaglio del Piano Regolatore Territoriale delle Aree Industriali gestite dal Cipnes-Gallura (PRTC)’ e, in tale area, sono consentiti solo interventi che non comportino aumenti di superfici o volumi utili entro e fuori terra ovvero incrementi del carico insediativo”. • “Ha preso parte al procedimento autorizzativo un dirigente del Settore Pianificazione e gestione del territorio, edilizia privata legato da un vincolo di parentela di secondo grado (fratello) con uno dei tecnici che, su incarico della controinteressata M.D. 2000 S.r.l., hanno predisposto e sottoscritto la documentazione a corredo dell’istanza di autorizzazione degli interventi edilizi, il quale dunque si sarebbe dovuto astenere.

NEWS ATTUALITÀ FERRUTENSIL 22 Certificazione DPI, regolamento UE da rivedere Giuseppe Cortellino (nella foto), amministratore unico Cofra Srl, uno dei maggiori produttori nazionali nel settore dei dispositivi di protezione individuale, ha condiviso con Bricomagazine una lettera inviata (per la terza volta) alle istituzioni comunitarie per stigmatizzare una norma contenuta nel Regolamento (UE) 2016/425 del settore DPI, che limita a 5 anni la durata della certificazione dei prodotti del settore, una durata troppo breve che genera anomalie nella gestione degli assortimenti con aggravi di costi e difficoltà operative per tutta la filiera e in definitiva per gli utilizzatori finali. Eccone alcuni stralci "la nostra esperienza pluridecennale ci permette di affermare che la vita media di un prodotto DPI è di 7/8 anni al massimo; per questo motivo, la durata ideale dei certificati di esame UE del tipo sarebbe di 10 anni. In assenza di modifiche normative o di prodotto, ricertificare dopo 5 anni, in piena fase calante della vita del prodotto, è uno spreco di risorse che non può che ricadere sui costi (di aziende ed utilizzatori finali). Attualmente sono in corso centinaia di ricertificazioni che stanno mettendo in difficoltà i laboratori che non riescono ad emettere in maniera celere i certificati in quanto sommersi di modelli da ricertificare e le aziende con costi spropositati e clienti pressanti che richiedono continuamente aggiornamenti in tal senso. Pertanto, invito tutti nuovamente a rivedere il Regolamento (UE) 2016/425, nei suddetti punti, variando la durata degli attestati di esame UE del tipo da 5 a 10 anni, fermo restando l’obbligo di ricertificazione in caso di modifica dei prodotti e/o normative. La percezione di noi addetti ai lavori è quella che, ad oggi, si assiste ad un dispendio significativo di forze, a vantaggio esclusivo dei laboratori di certificazione!" In calo le vendite fai da te in Germania nel primo semestre 2023 Il 2023 è un anno difficile per il canale distributivo del brico-garden tedesco. Secondo l’associazione dei retailer del settore BHB, al giro di boa del primo semestre le vendite sono calate del 2,3% (a parità di superficie) rispetto allo stesso periodo del 2022 (in cui però il mercato era cresciuto di ben il 14,9%). Nonostante questo, c’è fiducia per il prosieguo dell’anno, visto che nel primo trimestre il calo era stato addirittura dell’8,6%, quindi il secondo trimestre ha segnato un netto miglioramento del trend. Quanto alle cause, BHB cita ovviamente la spinta inflazionistica che ha fatto lievitare i prezzi, ma, come sempre quando nel nostro settore le cose vanno male, il meteo ci ha messo lo zampino con una stagione fredda e piovosa che ha ritardato gli acquisti. A dimostrazione di ciò, i settori che hanno fatto registrare i cali maggiori sono quelli legati all’outdoor: -15,9% i prodotti delle gamme per il tempo libero/stagionali, seguiti da vicino dal legno (-12,6%) e dalle attrezzature da giardino (-12,3%). BHB rileva le vendite anche in Austria e Svizzera, paesi in cui il mercato del brico garden ha chiuso il primo semestre in calo ma con valori diversi: meglio in Austria (-1,4%) dopo un Q1 addirittura in crescita, male la Svizzera (-4,2%) ma con un trend in recupero nel secondo trimestre. Avvicendamento al marketing di Obi Italia: esce Elena Ottaviano, al suo posto Manuela Genesio Elena Ottaviano, dopo 25 anni di attività all’interno di Obi Group, dall’inizio di luglio ha lasciato l’azienda. Ottaviano, che ha lavorato per oltre 20 anni presso la sede centrale della multinazionale, in Germania, da giugno 2022 aveva assunto il ruolo di direttore marketing e comunicazione di Obi Italia. Al suo posto Manuela Genesio (nella foto), che ha trascorso i 5 anni precedenti in azienda con la qualifica di marketing manager. Genesio vanta una lunga competenza in ruoli manageriali e direzionali nel comparto marketing, maturata all’interno di aziende del settore retail e consumer service. Fra le principali esperienze lavorative, gli oltre 16 anni in Amplifon sempre nell’area marketing, passando da semplice assistente sino ad arrivare alla direzione globale del comparto, ruolo che ha svolto sino al 2012. Dal 2013 ai primi mesi del 2017 è stata communication manager prima di Optissimo & Corner Optique – GrandVision Italy, e poi di gruppo GrandVision. Successivamente si è spostata in California Bakery Italia, con la mansione di marketing manager della società. Nel 2018 entra nel mondo Obi, prima come marketing manager di Obi Italia poi, come responsabile marketing della filiale italiana. Ricordiamo che, solo qualche mese fa, a febbraio 2023, anche un’altra figura di riferimento di Obi Italia, ovvero Cesare Epinati (fino ad allora direttore generale, direttore commerciale e operations, nonché consigliere di amministrazione della filiale italiana) aveva lasciato il gruppo distributivo. SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

NEWS ATTUALITÀ LA SCELTA EFFICACE Naturalmente Una gamma completa di prodotti per la protezione del guardaroba e di insetticidi, trappole ed esche per difendersi dagli insetti ed essere sempre protetti in casa. Scopri di più su www.orphea.it. Vernici, i prodotti green trainano il comparto La consueta indagine di Assovernici, a cui ha risposto il 70% degli associati, rileva al primo posto l’apprensione per l’incognita dell’evoluzione del mercato nel secondo semestre (64,3%), al secondo la difficoltà nel reperimento di personale qualificato (57,1%), al terzo la riduzione dei margini di guadagno (50%), seguono l’incremento dei costi generali (42,9%), la digitalizzazione dell’azienda (28,6%), la necessità di migliorare la formazione dei lavoratori e l’accesso ai finanziamenti (21,4%), il costo del lavoro e la morosità (14,3%). Per quanto riguarda l’andamento delle vendite, il 35,7% stima un calo, mentre il resto degli intervistati dichiara un andamento stabile o in aumento. Un segnale evidente di cambiamento dell’industria, è quello che si evidenzia dall’aumentata propensione all’investimento in “sostenibilità”: l’85,7% ha iniziato un percorso per rendere più green i propri prodotti e in questo sono state premiate. Per il 42,9% si registrano incrementi del 10% nella vendita di prodotti sostenibili, per il 14,3% tra il 5 e il 10%, mentre per il 21,4% tra lo 0 e il 5%. Emerge anche l’impegno in tema di Circular Economy: il 64,3% ha avviato un programma per la riduzione degli scarti in ottica appunto di economia circolare. In questa direzione c’è chi introduce materie prime riciclate nel proprio portafoglio, altri hanno avviato nuove linee di prodotti naturali, altri ancora stanno dando una seconda vita alla plastica; ci sono inoltre progetti specifici ad esempio orientati al riutilizzo delle polveri di scarto. La Carbon neutrality (riduzione delle emissioni al 55% entro il 2030 e del 100% entro il 2050) resta ancora un percorso da intraprendere per la metà degli intervistati. Rimane la difficoltà di abbracciare la sostenibilità in un contesto che vede la riduzione dei margini di guadagno e tante incertezze per il futuro. SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

NEWS ATTUALITÀ Gli italiani veramente appassionati al fai da te? Sono 7 milioni Quanti sono gli italiani appassionati (o anche solo interessati) al brico e all’home improvement? Ne ha parlato Vania Zangheratti, senior consultant GfK Italia, nel suo intervento dal titolo ‘Il contesto abitativo degli italiani e l’evoluzione all’approccio del fai da te’, durante il webinar di GfK incentrato sull’home improvement. Il 58% della popolazione, circa 29 milioni, ha dichiarato familiarità e attitudine per attività di fai da te e bricolage ed ha espresso interesse verso i temi del diy e dell’- home improvement. Il 37% si occupa infatti in prima persona delle normali riparazioni a casa, 3 consumatori su 10 costruiscono oggetti con le proprie mani, il 22% considera il fai da te un argomento di interesse ed il 15% cerca informazioni sulla materia online. Da questo bacino, GfK ha estratto un core target del 14%, pari a 7 milioni di italiani, che possono definirsi veramente appassionati. Tale cluster di clienti, proprio perché molto coinvolto dal mondo del diy, è anche quello che maggiormente visita i punti vendita brico, con oltre 6 persone su 10 che vi si sono recate negli ultimi 3 mesi e un interessante 55% che ha comprato prodotti di fai da te nell’arco temporale considerato. Se si considera il bacino dei 29 milioni nel suo complesso, invece, più della metà ha visitato un punto vendita di diy negli ultimi 3 mesi e il 45% ha acquistato articoli di bricolage. Anche se si osserva la platea più vasta e variegata dell’intera popolazione over 14 anni, si registra una buona attrattività dei punti vendita diy: ben 4 italiani su 10 hanno frequentato un centro brico negli ultimi 3 mesi e il 35% ha effettivamente anche fatto un atto di acquisto.

NEWS ATTUALITÀ FERRUTENSIL 26 Casaleggio Associati: gli ecommerce di ‘casa e arredo’ più noti Si rileva una sostanziale stabilità all’interno della top 3 della classifica mensile Casaleggio Associati degli ecommerce più popolari d’Italia nella categoria ‘casa e arredamento’ di luglio. Leroy Merlin si conferma cioè in vetta al ranking, totalizzando più di 6 milioni e 400.000 utenti unici, per un tempo medio di visita del web shop di 8 minuti e 15 secondi. Ikea rimane in seconda posizione, raggiungendo circa 4 milioni e 687.000 utenti unici, per un tempo di visita del sito web che si attesta attorno ai 9 minuti e 53 secondi. A chiudere la terna è Mondo Convenienza, con i suoi oltre 1 milione e 390.000 utenti unici, e un tempo di permanenza sul sito superiore agli 11 minuti. Se si allarga lo sguardo alla top 10 del segmento ‘casa e arredo’, si rilevano invece delle novità, a partire da Obi, che migliora di una posizione, salendo al quarto posto della classifica. Maisons Du Monde scende in quinta posizione; Kasanova ottiene il 6° posto, mentre Deghi arretra di una postazione, risultando 7°. Passando infine all’esame della top 10 della classifica generale Casaleggio Associati dei siti più popolari in Italia nel mese di luglio, ritroviamo ai primi 3 posti Amazon, seguito da Subito e da eBay (tutte e 3 le aziende rientrano nella categoria ‘marketplace’). Il mondo del bricolage, nel ranking dei primi 10 web shop per popolarità, è rappresentato da Leroy Merlin, in settima posizione, mentre il mese scorso era al 6° posto. Quali aziende di fai da te offrono il miglior servizio clienti? Quali sono, per i consumatori, le aziende brico col servizio clienti più efficiente? Ce lo dice la classifica Italy’s Best Customer Service 2023/2024, stilata dalla società di ricerca Statista in collaborazione con L’Economia, e focalizzata sull’esame delle aziende, dei fornitori e delle istituzioni che offrono il miglior servizio ai clienti in Italia. All’interno dell’area ‘casa e arredamento’, il servizio clienti di Leroy Merlin risulta il preferito in ben due categorie, ovvero ‘decorazione per interni’ e ‘bricolage e fai da te’. Quest’ultima sezione, vede al secondo posto il servizio clienti di Utensileria Online, e al terzo posto quello di Bricofer. Il Gruppo di Pulcinelli si aggiudica inoltre il primo posto nella sezione ‘attrezzatura edilizia e falegnameria’ seguito, in seconda e terza posizione, da due insegne di Gruppo Adeo, ovvero Bricocenter, n.2 del podio, e ancora una volta da Leroy Merlin, che chiude la top 3. Leroy Merlin è terzo anche nella categoria ‘vivai e giardinaggio’, che vede in testa al ranking la catena Gardena, mentre Viridea è terza. Nell’edizione Italy’s Best Customer Service di quest’anno, le aziende sono state suddivise in 166 categorie e giudicate da più di 15.000 consumatori, per un totale di 130.000 valutazioni, sulla base della disponibilità a raccomandare il servizio e su altri 5 criteri: disponibilità del servizio, orientamento al cliente, competenza professionale, qualità della comunicazione e varietà delle soluzioni offerte. Partnership LeadCrest-Tecnomat: investimento sale-lease back da 70 milioni LeadCrest Capital Partners, il primo fondo europeo dedicato al 100% agli investimenti sale-leaseback e build-to-suit, ha stretto una partnership esclusiva a lungo termine con Tecnomat che si traduce, innanzitutto, in una prima acquisizione da 70 milioni di euro di un portafoglio di 42.000 mq di 5 magazzini al dettaglio in Italia. L’acquisizione è stata perfezionata tramite un fondo immobiliare italiano gestito da Polis Fondi SGR. I 5 magazzini al dettaglio (si legge in una nota stampa diffusa da LeadCrest) sono situati in città dinamiche con forti profili demografici e socioeconomici nel nord e nel sud Italia. Il portafoglio comprende tre asset esistenti costruiti nel 2013 e nel 2022, oltre a due unità big-box di vendita al dettaglio attualmente in fase di sviluppo e il cui completamento è previsto entro la fine dell’anno. Il portafoglio è affittato con un contratto a lunga scadenza, di triple net master lease a Tecnomat. L’affitto è indicizzato annualmente all’indice dei prezzi al consumo italiano. Il portafoglio è inoltre costruito secondo elevati standard Esg e include pannelli solari su tutti gli asset. SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

RkJQdWJsaXNoZXIy Mzg5ODQy