FERRUTENSIL APRILE 2023

www.grinding.it Grinding Abrasivi Grinding Abrasivi Grinding_Abrasivi QUALITÀ, AFFIDABILITÀ E SOLUZIONI A 360 GRADI. La linea completa di abrasivi per gli specialisti del settore. APRILE 2023 - anno 37 - n°3 ferrutensil.com F e r r a m e n ta • ute n sileria • Fai da te • giardi n a g g i o DISTRIBUTORE Partnership tra Machieraldo e Piellebi per rafforzare la presenza sul mercato INTERVISTA Gruppo Mister Mac: focus su aggregazione e specializzazione in edilizia e colore DOSSIER La codifica dei prodotti alla fonte. A che punto siamo in ferramenta? RIVENDITORE Nurchi, la rivendita sarda per ferramenta, nautica e pesca

Se accetti ogni s昀da è perché sai che con la versatilità delle lucidatrici FLEX ti metterai in luce su qualsiasi super昀cie. Rotativa o rotorbitale, a batteria o con cavo, la proformance è garantita. Scopri di più su www.昀ex-tools.com Non sei solo un professionista, sei un proformer. Con la gamma completa di lucidatrici FLEX. this is proformance

G&B Fissaggi S.r.l. Italia Corso Savona, 22 - 10029 Villastellone (TO) tel. +39 011 961 94 33 info@gebfissaggi.com G&B Fissaggi UK warehouse G&B Fissaggi Vertretung Deutschland G&B Fissaggi Ibérica - MAREFIX G&B Fissaggi Benelux G&B Fissaggi France www.gebfissaggi.com Our Experience Your Inspiration Sistemi di fissaggio Made in Italy dal 1980

FERRUTENSIL 3 SOMMARIO 28 42 30 RIVENDITORE Storico rivenditore industriale piemontese, Utensileria Cuneese si distingue sul mercato per la strategia che mette al centro il cliente con servizi e soluzioni personalizzate. 70 INTERVISTA Ferramenta Nurchi è una grande rivendita che si sviluppa in oltre 3000 mq con un forte servizio post-vendita, luogo di incontro e di formazione per gli appassionati di pesca e nautica. 52 4 Editoriale 8 News Attualità 28 INTERVISTA Partnership tra Machieraldo e Piellebi per rafforzare la presenza sul mercato di Alessandra Fraschini 30 INTERVISTA Gruppo Mister Mac: focus su aggregazione e specializzazione in edilizia e colore di Alessandra Fraschini 42 DOSSIER DISTRIBUZIONE La codifica dei prodotti alla fonte. A che punto siamo in ferramenta? di Alessandra Fraschini 52 INTERVISTA Nurchi, la rivendita sarda per ferramenta, nautica e pesca di Valeria Lodesani 58 PROMOZIONE Brand ferramenta: tutti pazzi per le competizioni motociclistiche di Massimo Casolaro 68 EVENTI Clab 2023, pronti a superare i numeri della prima edizione di Valeria Lodesani 70 RIVENDITORE Utensileria Cuneese: specializzazione e competenza al servizio dell'industria di Massimo Casolaro 74 RICERCHE Manifatturiero, fiducia per il 2023 su fatturati e andamento del mercato di Claudia Perolari 78 RICERCHE Macchine per il giardino: mercato in calo nel 2022, dopo il boom del 2021 di Claudia Perolari DALLE AZIENDE 38 Nuove smerigliatrici a batteria in casa Milwaukee 40 Dischi da taglio sottile ad alte prestazioni Platinum Zirconium by Grinding 64 Le soluzioni a led per un risparmio più efficace e consapevole 66 Bruciaerba Kemper nei nuovi pack a cura di Claudia Perolari 80 Dalle aziende...in breve 88 Fiere 90 Prodotti & Novità 96 Offerte di lavoro a cura di Claudia Perolari INTERVISTA L’accordo societario tra Machieraldo e Piellebi mira ad affrontare più efficacemente un mercato sempre più competitivo e complesso. Utilizza il QR Code per sfogliare online Ferrutensil su tablet o smartphone o vai su ferrutensil.com/rivista DOSSIER La codifica dei prodotti alla fonte rappresenta una strategia fondamentale nell’efficienza della supply chain in ferramenta, nella gestione dell’inventario e nella lotta alle differenze inventariali. INTERVISTA Oggi Gruppo Mister Mac con 60 dipendenti, 4 punti vendita, una rete di 10 agenti commerciali continua la crescita nel canale fisico b2b e b2c e online. Abbiamo parlato con uno dei titolari, Luca Macarra.

FERRUTENSIL 4 EDITORIALE MASSIMO CASOLARO direttore esecutivo e responsabile massimo.casolaro@epesrl.it Questo mese ci occupiamo nuovamente di un tema su cui si torna a discutere ciclicamente da almeno un decennio, quello della codifica dei prodotti nel settore ferramenta. Abbiamo chiesto ad un campione qualificato di rivenditori (a pag. 42) quali procedure seguono e come viene supportato o integrato il loro lavoro da parte dei fornitori, che siano essi produttori o grossisti. Le risposte sono eterogenee e già questo non è un gran bel segnale. Di confortante c'è che, in un modo o nell'altro, tutti arrivano a codificare tra il 90 e il 100% degli articoli che vendono, ma parliamo di distributori evoluti e di dimensioni importanti. Il fatto che seguano metodi e procedure diverse lascia supporre che tra i più piccoli la gestione digitale delle informazioni del prodotto sia spesso parziale e in molti casi ancora da costruire. Purtroppo, nel settore ferramenta-utensileria non si è mai realizzata una convergenza tra tutti gli attori della filiera per realizzare un sistema comune di dematerializzazione delle informazioni del prodotto, dunque non solo dei codici Ean, ma più in generale di tutti i dati contenuti nei listini dei produttori. Ricordiamo che in settori attigui al nostro, come l'idrotermosanitario e l'elettrico, abbiamo i validi esempi dei sistemi Idrolab e Metel che nel 2023 compiono 20 anni e che in parte anche molti retailer del nostro comparto utilizzano. Perché la ferramenta non è mai riuscita a riprodurre un'esperienza simile che agevolerebbe in particolar modo i piccoli rivenditori, quelli che non hanno know how e risorse per procedere autonomamente? E aggiungiamo che un sistema di questo tipo rappresenterebbe un ausilio importantissimo per attivare un e-commerce o vendere attraverso un marketplace. Molti ricorderanno che qualche anno fa fu avviato un tavolo tecnico in seno all'associazione dei grossisti - Assofermet - del quale non abbiamo più saputo nulla. E proprio i grossisti possono svolgere in questo senso un ruolo chiave, come è avvenuto nel caso dei due settori citati in precedenza, ma nel nostro mondo evidentemente prevalgono ancora gelosie e diffidenze tra i vari attori in campo che impediscono di puntare congiuntamente all'obiettivo comune, che è quello della crescita del mercato. Nel fascicolo come sempre trovate anche le case history di alcuni rivenditori del nostro comparto, realtà molto diverse tra loro che chiariscono, se ancora ce ne fosse bisogno, come il nostro canale di vendita si propone con forme, modelli di business e obiettivi molto differenti. A pag. 30 scopriamo il Gruppo Mister Mac, 4 punti vendita nella provincia di Roma, di cui 3 professionali con una specializzazione spiccata nei colori e nell'edilizia leggera e un quarto che è un vero centro fai da te associato all'insegna Brico io. A pag. 52 la ferramenta cagliaritana Nurchi Giorgio che nella sua ampia superficie di vendita (1.200 mq) ha realizzato due negozi in uno: da un lato una classica ferramenta-utensileria, dall'altro un fornito centro per nautica e pesca. Infine, a pag. 70, Utensileria Cuneese, la classica fornitura industriale, che punta su un cliente strettamente professionale e su servizi personalizzati che vanno oltre la semplice fornitura di prodotti. Tre realtà con assortimenti in buona parte sovrapponibili, ma che lavorano con target di consumatori che più diversi non potrebbero essere... Anche questo è il bello del nostro mondo!

+Industry Pag. 46 Ambrovit Pag. 11 Annovi Reverberi Pag. 67 AVO - Aldo Valsecchi Pag. 9 Bassoli Pag. 15 Bot Lighting Pag. 61 Bricoday Pag. 27 CFG III Cop. DAC Pag. 12 Diadora Utility Pag. 37 Ferca Pag. 41 Fermec Pag. 51 Fischer Pag. 7 Flex II Cop. G&B Fissaggi Pag. 1 Gimap Pag. 10 Grinding - Saint Gobain I Cop. Gys Pag. 39 I.O.I. Pagg. 23-24-25-26 IMA Pag. 5 Ingco - Xone Pag. 49 Iseo Pag. 19 Lampa Pag. 55 Machieraldo Pag. 81 Merit Link - Crown Pag. 35 Mustad IV Cop. Proxxon Pag. 13 R.E.I.T. Pag. 2-17-33 Romeo Maestri Pag. 16 Rosi Pag. 21 Selfit Pag. 63 Sipa Pag. 73 Starrett Pag. 65 Tolsen Pag. 45 Ullmann Pag. 47 Zippo Pag. 57 INSERZIONISTI COLOFON Ferrutensil è edito da EPE Edizioni S.r.l. Redazione: 20142 Milano - Via Spezia, 33 - Tel. 02.89.50.18.30 Mail: info@ferrutensil.com - Web: www.ferrutensil.com Direttore responsabile/editoriale: Massimo Casolaro (massimo.casolaro@epesrl.it) Redazione: Claudia Perolari (claudia.perolari@epesrl.it) Sara Cavallini (sara.cavallini@epesrl.it) Segretaria di redazione: Silvia Mariani (silvia.mariani@epesrl.it) Hanno collaborato: Isabella Benaco, Adriana Colombo, Alessandra Fraschini, Vittorio Lai, Valeria Lodesani, Giulia Piccinelli, Raffaella Pozzetti, Anna Rucci, Edward Rozzo Ufficio Grafico: Claudia Bellelli (claudia.bellelli@epesrl.it) Abbonamento Italia: 1 anno (9 numeri): euro 15 Per le modalità di sottoscrizione contattare l’ufficio abbonamenti: tel. 02.89.50.18.30 - silvia.mariani@epesrl.it. Stampa: Roto3 - Castano Primo (MI) Periodico iscritto al ROC (registro degli operatori della comunicazione) n° 3231 in data 30/11/2001. Autorizzazione Tribunale di Milano n° 809 del 25/11/2004 Pubblicità: EPE srl - 20142 Milano - Via Spezia, 33 - Tel 02.89.50.18.30 Direttore Commerciale: Maurizio Casolaro (maurizio.casolaro@epesrl.it) Testata volontariamente sottoposta a certificazione di tiratura e diffusione in conformità al Regolamento CSST Certificazione Editoria Specializzata e Tecnica Per il periodo 1/1/2022-31/12/2022 Tiratura media: 9.161 copie Diffusione media: 9.014 copie Certificato C.S.S.T. n° 2022-6584 del 20/2/2023 Società di revisione: BDO Italia La stampa tecnica e specializzata è il mezzo più sicuro ed affidabile per raggiungere target mirati e selezionati di operatori di settore e professionisti. Quando pianificate il vostro investimento e scegliete a quali riviste affidare il vostro messaggio pubblicitario, puntate su testate certificate CSST. Avrete la sicurezza e la garanzia di disporre di dati certi sulla tiratura e sulla diffusione, autenticati con metodologia internazionale. Avrete la certezza di operare scelte corrette e di investire nel modo migliore il vostro denaro, affidandovi ad Editori che lavorano all'insegna della trasparenza. A.N.E.S. - Associazione Nazionale Editoria Periodica Specializzata Via Pantano, 2 - 20122 Milano Tel. 02.8057777 - Fax 02.8054815 www.anes.it - e.mail: anes@anes.it NUOVA CERTIFICAZIONE 2023 Tiratura media: 9.161 copie Diffusione media: 9.014 copie

FERRUTENSIL 8 Nuovo Würth store a Milano San Siro. Obiettivo 300 negozi entro il 2025 Würth Italia ha inaugurato il 4 aprile il nuovo Würth Store in via Novara 66, a Milano in zona San Siro, il decimo “negozio dell’artigiano” a presidiare la provincia di Milano. Würth continua così a rafforzare la propria presenza sul territorio nazionale, in linea con il proprio piano di sviluppo ed espansione previsto fino al 2025. Il nuovo Würth Store mette a disposizione più di 5.000 prodotti in pronta consegna tra utensili elettrici e a mano, prodotti chimici tecnici, minuteria, tasselli, prodotti per l’edilizia, materiali per l’installazione elettrica, prodotti antinfortunistici e DPI, attrezzatura ed abbigliamento da lavoro e molto altro ancora. Diversi i servizi offerti: click&collect - con cui ordinare la merce tramite Würth online-shop o Würth app e ritirarli in negozio in appena 60 minuti - consulenza tecnica e specializzata del personale in negozio, tante offerte fino al 31 maggio 2023. Con una rete di oltre 220 Würth Store in Italia, di cui il 200° inaugurato proprio a Milano a inizio 2022, Würth sta attuando una strategia di espansione e sviluppo che porterà avanti fino al 2025 e che prevede una presenza capillare sul territorio italiano con 300 negozi. Il piano di espansione retail prevede l’apertura di nuovi negozi, sempre più vicini agli artigiani e alle imprese, anche nel centro città. Case “green”, per il residenziale scatta l’obbligo classe E entro il 2030 e D entro il 2033 Il Parlamento Europeo ha approvato il mandato negoziale su una proposta di legge per aumentare il tasso di ristrutturazioni e ridurre consumo energetico e emissioni nel settore edilizio. Secondo la Commissione europea, gli edifici dell’UE sono responsabili del 40% del consumo energetico e del 36% delle emissioni di gas a effetto serra. Il 15 dicembre 2021 la Commissione ha approvato una proposta legislativa di revisione della direttiva sulla prestazione energetica nell’edilizia, che fa parte del pacchetto “Pronti per il 55%”. Con la nuova normativa europea sul clima del luglio 2021 entrambi gli obiettivi per il 2030 e il 2050 sono diventati vincolanti a livello europeo. In sintesi: nuovi edifici a emissioni zero dal 2028, misure per ridurre le bollette energetiche e contrastare i cambiamenti climatici, misure di sostegno per le famiglie vulnerabili, edifici responsabili del 36% delle emissioni di gas serra. Gli edifici residenziali dovranno raggiungere, come minimo, la classe di prestazione energetica E entro il 2030, e D entro il 2033. Per gli edifici non residenziali e quelli pubblici il raggiungimento delle stesse classi dovrà avvenire rispettivamente entro il 2027 (E) e il 2030 (D). Per prendere in considerazione le differenti situazioni di partenza in cui si trovano i parchi immobiliari nazionali, nella classificazione di efficienza energetica, che va dalla lettera A alla G, la classe G dovrà corrispondere al 15% degli edifici con le prestazioni energetiche peggiori in ogni Stato membro. I Paesi UE stabiliranno le misure necessarie per raggiungere questi obiettivi nei rispettivi piani nazionali di ristrutturazione. Bosch Power Tools punta a raddoppiare il fatturato entro il 2030 Nonostante il difficile contesto economico, nel 2022 Bosch Power Tools ha visto un aumento del fatturato del 3%, pari a 5,9 miliardi di euro. Questo, grazie a un investimento di oltre 300 milioni di euro nella crescita futura della catena del valore e del portafoglio prodotti: dall’ampliamento del business legato agli accessori, ai progetti infrastrutturali per aumentare la capacità, fino all’ulteriore ampliamento di due dei sistemi a batteria da 18 V, aperti ad altri brand, ovvero la partnership AmpShare per i professionisti e Power for All Alliance per le applicazioni del fai da te. Riguardo la strategia di crescita, per ampliare la propria collaborazione multi brand per le batterie nell’ottica di offrire una gamma di applicazioni ancora più vasta, Bosch mira inoltre ad acquisire una partecipazione di circa il 12% di Husqvarna AB. Anche nel 2023 proseguiranno gli investimenti, che si focalizzeranno ad esempio sul Nord America, che rappresenta oltre il 40% del mercato di elettroutensili mondiale, affinando il portafoglio prodotti ed espandendo le attività di marketing e la struttura di vendita. NEWS ATTUALITÀ SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

made in italy since 1943

NEWS ATTUALITÀ Nuovo polo logistico e impennata di fatturato per Deghi Sono iniziati in marzo i lavori del nuovo polo logistico Deghi nella zona industriale di Lecce, un progetto faraonico che rappresenterà una delle maggiori strutture logistiche del sud Italia: 371.700 metri cubi per 50.000 mq coperti, su una superficie complessiva di 130.000 mq. Il magazzino sarà dotato di 4 baie di carico sulle quali potranno operare contemporaneamente 40 bilici. Sono previsti 28.000 mq riservati ad aree verdi, 6.000 ai parcheggi. Saranno inoltre costruite una sala per attività formative, una sala conferenze da 99 posti, un’area fitness, un campo da calcetto e due di padel, un orto botanico e una pista ciclabile percorribile lungo il perimetro del complesso. I lavori dovrebbero terminare nel marzo 2024, entro due anni da questa data saranno assunte 70 nuove risorse. Deghi è oggi il retailer leader in Italia e in Europa nell’ecommerce per l’arredo bagno, ma nel tempo ha allargato il suo assortimento all’arredo giardino, interno, uffici e cucina. Fondata solo 17 anni fa da Alberto Paglialunga, l’azienda ha avuto una crescita esponenziale: il primo anno il fatturato è stato di 30.000 euro, nel 2018 era di 30 milioni, nel 2021 di 60 milioni, nel 2022 di 90 milioni di euro; un vero colosso che gestisce in media 1.000 spedizioni al giorno e stocca nei suoi magazzini 20.000 referenze. E lo sviluppo potrebbe andare oltre l’ecommerce: nel 2021 è stato inaugurato il primo punto vendita fisico in quello che una volta era il Mercatone Uno di San Cesario, battezzato “Officine Deghi” nel quale sono stati allestiti anche gli uffici, e nelle vicinanze proseguono i lavori per la costruzione di un nuovo showroom. SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

NONSIAMONUMERI.IT ORGOGLIOSI DI POTER SOSTENERE UN INTERO QUARTIERE Grazie alla resistenza delle nostre viti per calcestruzzo. Non sappiamo con precisione dove siano tutte le nostre viti ma sicuramente qualcuna è molto vicina a te.

NEWS ATTUALITÀ Assa Abloy acquisisce Mottura Serrature Assa Abloy ha firmato l’accordo per l’acquisizione di Mottura Serrature di Sicurezza S.p.a., azienda italiana leader nella produzione e distribuzione di cilindri a profilo europeo, di serrature di sicurezza per porte blindate e di legno, serramenti e casseforti (per uso privato e per hotel). Con sede a Torino e oggi distribuita in Italia e in settanta paesi dei cinque continenti, Mottura nasce nel capoluogo piemontese nel 1972, all’apice del grande sviluppo industriale italiano, specializzandosi nel settore dei prodotti di sicurezza per ambienti residenziali. Al momento è stato firmato l’accordo per la vendita del 100% del capitale di Mottura Serrature di Sicurezza S.p.a. ad Assa Abloy Italia S.p.a.: l’operazione si perfezionerà nel secondo trimestre 2023. «Mottura è un’acquisizione strategica per la divisione Opening Solutions – afferma Alessio Vezzaro, Amministratore Delegato Assa Abloy Italia – perché rafforzerà il nostro portafoglio di prodotti meccanici nel mercato residenziale e aprirà nuove opportunità di business. Da sempre Mottura è sinonimo di qualità e sicurezza ed è un marchio riconosciuto e rispettato in Italia e in tutto il mondo, grazie alla sua presenza globale. Do il benvenuto al team Mottura nella nostra organizzazione e sono ansioso di iniziare un ottimo lavoro per crescere insieme e continuare a rafforzare il successo del brand all’interno della famiglia Assa Abloy.» La divisione Opening Solutions di Assa Abloy Italia ha già in portafoglio altri marchi storici presenti da decenni nel mercato nazionale: Yale, brand inglese dei sistemi di chiusura meccanica tradizionali e di soluzioni digitali di sicurezza; Mul-T-Lock, azienda leader nella realizzazione di cilindri e serrature di alta sicurezza; MAB, nome storico in Italia legato ai chiudiporta e famoso in tutto il mondo; Keso, brand svizzero specializzato in cilindri di alta sicurezza; Corni, marchio italiano specializzato nella creazione di serrature e maniglioni antipanico. Fa parte dell’azienda anche Valli, storico brand italiano noto a livello internazionale per la progettazione e la produzione di maniglie di design. BE READY. PRONT I ? LINEA COMPLETA ACCESSORI E RICAMBI BICI DAC SRL V.Le J.F. Kennedy 21/a - 46019 Viadana (MN) Tel. +39 0375 820611 - Fax +39 0375 785840 CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI - dac.info@dacsrl.net SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

FERRUTENSIL 13 Per ulteriori informazioni: e-mail: export@proxxon.com www.proxxon.DPN steinicke wittlich Utensili con carattere ! Tubi in acciaio: prospettive divergenti per l’Italia I tubi saldati hanno guadagnato quote di mercato, ma potrebbero soffrire per l’aumento del costo della materia prima. Appare abbastanza positivo il quadro dei settori utilizzatori dei tubi in acciaio per i prossimi anni, se si esclude però l’automotive, che deve ancora recuperare quanto perso negli ultimi anni e dove regna ancora l’incertezza sulla scelta finale della tecnologia di alimentazione. È quanto è emerso nell’ultimo webinar di Siderweb, Mercato & Dintorni, che ha fatto il punto sulla congiuntura del comparto dei tubi saldati e senza saldatura. Nel 2022, l’Italia ha esportato 820mila tonnellate di tubi senza saldatura (+45,2% rispetto al 2019) e 2,72 milioni di tonnellate di tubi saldati (-10,3% rispetto al 2019). Nell’ultimo triennio, i tubi senza saldatura italiani hanno guadagnato quote di mercato europeo. La quota dell’Italia sul totale dell’import Ue di tubi senza saldatura è cresciuta dell’8,6% (dal 33,6% del 2019 al 42,2% del 2022). La quota dell’Italia sulle importazioni Ue dai Paesi Ue è salita del 12,7% (dal 47,6% del 2019 al 60,3% del 2022). Hanno invece perso quote di mercato i tubi saldati. La quota dell’Italia sul totale dell’import Ue è scesa del 2% (dal 32,3% del 2019 al 30,3% del 2022); quella sulle importazioni Ue dai Paesi Ue è diminuita del 2,5% (dal 42,5% del 2019 al 40% del 2022). «Dovremo riflettere su questa riduzione di quote di mercato in Europa dei tubi saldati: è il segnale che dovremmo rivedere qualche strategia all’export – ha spiegato Gianfranco Tosini dell’Ufficio Studi Siderweb -. Abbiamo quote molto alte e mantenerle è sempre più difficile, di fronte a competitor sempre più agguerriti e numerosi. Probabilmente è una questione di prezzi più che di qualità del prodotto: alcuni Paesi, avendo una produzione meno esposta alle variazioni dei costi di produzione di energia elettrica e gas, hanno un vantaggio competitivo rispetto ai produttori italiani». Quanto ai prezzi, lo scorso anno i tubi senza saldatura hanno seguito una dinamica espansiva molto forte da gennaio dello scorso anno, toccando il massimo a ottobre 2022. I tubi saldati hanno toccato il picco a maggiogiugno e sono scesi al minimo a ottobre 2022, avendo quindi una tendenza di crescita meno forte.

Manutenzione casa: intenzioni d’acquisto in aumento di oltre il 10% Cresce, per il secondo mese consecutivo, la propensione all’acquisto degli italiani, sia nei settori dei consumabili che in quelli dei beni durevoli, per un +12,1%. A segnalarlo è l’Osservatorio Findomestic di febbraio, realizzato dalla società di credito al consumo del gruppo BNP in collaborazione con Eumetra. Per quanto attiene al mondo del brico e dell’home improvement, si evidenzia il forte rialzo della propensione alla spesa nei segmenti degli elettrodomestici sia grandi (+15,3%) che piccoli (+10,1%), entrambi ai livelli più alti dell’ultimo anno. Resta alto il desiderio di migliorare la propria abitazione: l’innalzamento del tetto del Bonus mobili 2023 ha dato un nuovo impulso all’intenzione di comprare mobili (+7%). Cresce anche la voglia di ristrutturare casa (+6%) con un occhio di riguardo all’efficienza energetica, i cui segmenti sono tutti in positivo: isolamento termico (+1,2%), impianti fotovoltaici o solari termici (+3,6%), caldaie a condensazione e biomassa (+6,9%), infissi e serramenti (+10%), pompe di calore (+22,6%). Riprende slancio, più in generale, tutto il segmento del diy, con le intenzioni d’acquisto di attrezzature per il fai da te al +10,1%. Fra i segmenti merceologici extrasettore, spicca il rinato interesse per l’acquisto dell’auto, con un incremento del 30,3% di intenzioni d’acquisto di macchine nuove (il livello più elevato dell’ultimo anno). Per moto e scooter l’aumento è quasi a doppia cifra (+9,4%), nonostante la frenata degli scooter elettrici (-10,6%). Prosegue infine il trend positivo delle e-bike: +15,7%. Global Diy-Summit dal 14 al 16 giugno a Berlino Dal 14 al 16 giugno a Berlino, nell’Estrel Convention Center, si terrà la IX edizione del Global Diy-Summit, l’evento internazionale di networking per l’industria dell’home improvement, organizzato congiuntamente dalle organizzazioni professionali EDRA (associazione europea dei distributori DIY), HIMA (associazione dei produttori di home improvement) e GHIN (Global Home Improvement Network). Ci sarà la possibilità di visitare gli stand nell’area espositiva e di prendere parte a un denso programma convegnistico. Il tema dell’evento sarà ‘Visions of DIY in the age of uncertainty’ (Prospettive del DIY nell’era dell’incertezza) e si tratteranno argomenti quali la sostenibilità, la digital transformation nell’home improvement, la customer experience, il processo decisionale basato sui dati e il futuro del retail, senza dimenticare gli approfondimenti sull’home improvement globale. In merito a quest’ultima parte, si potranno conoscere le esperienze di Byggmax Group, Promart, Obi First Media Group, GooDay e Lixil Emena. Il programma completo sul sito, registrazione necessaria. diysummit.org FERRUTENSIL 14 NEWS ATTUALITÀ Gruppo Made, due nuovi ingressi e un nuovo showroom Nuove entrate nel Gruppo Made. Un nuovo showroom per il Colorificio Lagioia di Triggiano (Ba) con una importante superficie espositiva di 300 mq, concepita in modo un po’ differente dall’esposizione tradizionale, ospita diverse aree tematiche (cucine, porte, infissi) così che il cliente che visita la sala mostra possa trovare ciò che serve per arricchire gli ambienti della sua casa, comprese le cabine armadio. Per il Colorificio Lagioia, presente da cinquant’anni e quindi un preciso punto di riferimento per il territorio è un nuovo investimento che non potrà che catturare ulteriormente l’attenzione dei clienti. La rivendita Paldera di Bari è un altro dei nuovi soci del Gruppo Made. Il titolare con l’aiuto del Gruppo, ha già in progetto di inserire nuove merceologie e arricchire così la sua offerta al mercato professionale. Per il momento, il business è concentrato nei comparti dell’edilizia pesante con una zona ferramenta e uno spazio dedicato all’arredobagno. Anche la rivendita Materiali Edili Martini di Gazzo Veronese (Vr) è entrata nel network dell’edilizia. Si tratta di una realtà nel mercato presente da circa cinquant’anni, nata e mantenuta come attività famigliare, specializzata nella fornitura di materiali per l’edilizia pesante. SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

Dal 1929, il partner di 昀ducia per gli utensili da taglio, per edilizia, per il legno e per 昀lettatura, per professionisti e appassionati. www.bassoli.it “I DETTAGLI FANNO LA PERFEZIONE E LA PERFEZIONE NON È UN DETTAGLIO” - LEONARDO DA VINCI -

LI-ION BATTERY TECHNOLOGY Since 1919 NEWS ATTUALITÀ Home Index, la certificazione ambientale dei prodotti in vendita di Leroy Merlin Da aprile nei 144 store francesi di Leroy Merlin debutterà l’Home Index, un punteggio ambientale/sociale che suddividerà i prodotti in 5 classi dalla A alla E. Il marchio assegna un indice di impatto ambientale, ma anche sociale, di un prodotto, valutato sulla base di 26 criteri, raggruppati in sei famiglie (materie prime, componenti, condizioni di produzione, consumo di acqua ed energia, imballaggio ed etichette ecologiche, durata e riparabilità). Inizialmente, lo strumento è stato pensato per le esigenze interne dell’insegna, al fine di creare un’offerta più virtuosa e per avere uno strumento nella contrattazione con i fornitori con cui esplicitare le richieste in tema di sostenibilità e indirizzarli nella loro offerta. Oggi è stato deciso di rendere trasparenti queste valutazioni condividendole anche con i consumatori. Attualmente l’Home Index è presente da dicembre 2022 sulle schede di 35.000 prodotti a marchio del distributore commercializzati sul sito web di Leroy Merlin. Il 6% dei prodotti valutati ha ottenuto un punteggio A, il 32% un punteggio B, il 49% un punteggio C e il 13% un punteggio D. 85 venditori terzi hanno dato il loro consenso a una valutazione dei loro prodotti. A partire da aprile 2023 un centinaio di fornitori si iscriveranno al processo, per prodotti al di fuori del marchio Leroy Merlin. Lo stesso mese l’Home Index sarà introdotto nei negozi. SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

Simplify your work

NEWS ATTUALITÀ FERRUTENSIL 18 Zanutta con l’acquisizione di Termosanitar Eporediese, le filiali salgono a 36 A partire dal 13 marzo i dipendenti del Gruppo Zanutta hanno superato le 700 unità complessive e le filiali sono diventate ufficialmente 36. Questo traguardo è stato raggiunto grazie all’acquisizione di Termosanitar Eporediese srl, realtà operativa da mezzo secolo sul mercato piemontese come ditta distributrice di articoli per arredobagno, riscaldamento e climatizzazione e con un settore specifico dedicato allo sviluppo delle energie alternative (fotovoltaico, pannelli solari, eolico, geotermico). La sede, che diventa la quarta filiale del gruppo Zanutta in Piemonte, si trova a Lessolo (To), a due passi da Ivrea, e ospita 16 dipendenti che entrano nell’organico Zanutta. Con questa operazione, il Gruppo prosegue nel progetto di espansione a nord-ovest. Nell’ampio showroom trovano spazio materiali di qualità per l’arredobagno e tutto il necessario per i professionisti della termoidraulica. Il gruppo Zanutta nasce nel 1952 in provincia di Udine. Oggi è presente con 36 punti vendita nelle provincie di Pordenone, Udine, Trieste, Venezia, Belluno, Treviso, Padova, Vicenza, Milano, Torino, Monza-Brianza e Bergamo. Tecnomat Mestre, autorizzazioni in dirittura d’arrivo Individuata la location e ottenuto il parere positivo con la valutazione di impatto ambientale, manca solo la richiesta di autorizzazione commerciale e quella di permesso a costruire per partire con i lavori del nuovo Tecnomat di Mestre; se saranno rilasciate velocemente il centro potrà già aprire nel 2024. Lo store prevede una struttura prefabbricata con una superficie complessiva di 10.700 mq, dei quali 5.500 coperti dedicati alla vendita e 2.300 mq esterni di cui la metà coperti da tettoie; il parcheggio avrà una superficie di 8.000 mq. A corredo dell’opera Tecnomat realizzerà un’area verde pubblica di 7.000 mq, ampliando un parco preesistente. La location prescelta è in via Baseggio, nel grande retail park a nord ovest di Mestre, nelle vicinanze del centro commerciale ‘Porte di Mestre’, una zona in cui sono presenti tutte le principali insegne del retail food e non food, tra cui un grande centro Obi (oltre 7.000 mq) attivo già da 10 anni che, secondo i nostri calcoli, si troverà a non più di 800 metri dal futuro negozio Tecnomat. Nel 2022 primo calo di vendite per Amazon in Europa Amazon Eu, con sede in Lussemburgo, è la filiale della multinazionale americana che gestisce le attività retail nei paesi del continente in cui esiste uno shop Amazon (i principali sono Italia, Francia, Spagna, Germania, Gran Bretagna), in pratica quella che acquista dai produttori e rivende all’utente finale. Dunque, il suo giro d’affari è un termometro affidabile dell’andamento delle vendite di Amazon nel nostro continente. Nel 2022 per la prima volta dalla sua fondazione il fatturato di Amazon Eu è calato da 51,3 miliardi di euro del 2021 a 50,8 miliardi del 2022 (-1% circa). La flessione, seppure limitata, fa notizia perché da quando, nel 2004, è stata fondata la succursale europea di Amazon Retail, è stata una marcia trionfale, con continui aumenti a due cifre. Basta guardare alle performance positive tra il 25 e il 30% degli ultimi anni: nel 2019 il fatturato era 32 miliardi, nel 2020 43 miliardi, nel 2021 53,8 miliardi. Meno significativa la perdita d’esercizio, che nel 2022 è stata di 3,4 miliardi, il triplo dell’anno precedente. Su questa voce però pesano i bilanciamenti finanziari interni al gruppo, in particolare il gioco di sponda con Amazon Core Europe, società non operativa che provvede a compensare i margini delle varie linee di business (Amazon Web Services, ecc) in funzione dell’utilità. SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

iseo.com ULTIMATE ACCESS TECHNOLOGIES La libertà è aggiungere sicurezza al design. R ME è il sistema di chiusura brevettato a chiave reversibile adatto sia per privati che per aziende che coniuga i più alti standard di sicurezza con funzionalità e design. La chiave, con cappuccio in 5 colorazioni o in versione costampata, è dotata di un innovativo elemento mobile. Il cilindro con cifratura su tre file garantisce un calcolo di permutazione altissimo. R ME Sistema brevettato con elemento mobile La libertà di installare sistemi di accesso che aprono a nuovi standard di sicurezza e funzionalità. È solo quando sai di essere sicuro che ti senti davvero libero di muoverti. Per questo ISEO ti apre a nuove possibilità: per consentirti di installare soluzioni di accesso innovative, evolute e brevettate, che coniugano funzionalità e design a nuovi standard di sicurezza.

NEWS ATTUALITÀ Deodato compie 50 anni: il premio della città di Bari Si celebrano quest’anno i 50 anni di attività dell’azienda Deodato, punto di riferimento nel settore ferramenta e fai da te a livello locale e nazionale. Per l’occasione, lo scorso 29 marzo il sindaco Antonio Decaro, nella sala giunta di Palazzo di Città, ha consegnato una targa di riconoscimento ad Angelo Deodato, titolare della omonima azienda. “Angelo Deodato – ha detto il sindaco di Bari – nel tempo ha ampliato la propria attività fino a diventare un punto di riferimento per tutto il sud Italia nel settore della ferramenta, dell’edilizia, del fai da te e della sicurezza sul lavoro. Rappresenta un’esperienza professionale di successo frutto del lavoro, della serietà e della lungimiranza della direzione d’azienda e del personale impiegato, qualità riconosciute peraltro da tutti i clienti dell’attività commerciale barese”. Deodato Srl è nata nel 1973 nel settore della ferramenta professionale. In pochi anni la società ha ampliato la propria gamma dei prodotti fino a comprendere anche articoli per il fai da te ed elettrodomestici da posa libera e ad incasso. Oggi il Gruppo, proprietario peraltro dell’insegna Brico Casa, è una realtà di primo piano per i settori ferramenta e bricolage in tutta l’Italia meridionale e rifornisce oltre 2.000 aziende. Fra i clienti, falegnami, serramentisti, mobilieri, rivenditori di ferramenta ed elettrodomestici, faidateisti. FERRUTENSIL 20 Ricerche online giardinaggio e arredo esterno, quali i trend 2023? Trovaprezzi.it ha dedicato un Osservatorio al mondo del giardino per analizzare come si sia evoluto il trend di ricerca sul web di articoli per il giardinaggio e arredamento da esterno nel triennio 2020-2022. Nel 2020 tanti italiani hanno occupato il loro tempo prendendosi cura di giardini e terrazzi (circa 2milioni e 350mila ricerche nella categoria Arredamento da Esterni e oltre 1milione e 130mila ricerche in Giardinaggio nel corso dell’intero anno). I picchi di ricerche sono stati registrati per entrambe le categorie nel mese di maggio 2020 (circa 540mila per l’arredamento e oltre 180mila per il giardinaggio). Nel corso degli anni successivi l’interesse è calato progressivamente (con circa 2milioni e 710mila ricerche totali nel 2021 e circa 2milioni e 380mila nell’anno successivo), mantenendo però la stagionalità durante la primavera-estate (da marzo a settembre), con picchi sempre nei mesi di maggio. Per la primavera 2023 (marzo, aprile e maggio) ci si aspettano oltre 430mila ricerche per gli articoli di arredamento da esterno e circa 275mila per i prodotti da giardinaggio. Dall’analisi delle top ricerche all’interno della categoria Arredamento da Esterni emerge un interesse verso armadi da esterno, tende da sole, travi lamellari, prato sintetico, tavoli e sedie per giardino, cuscini per dondolo e bauli da esterno. Categoria Giardinaggio: terriccio universale, blocchi di tufo, reti antigrandine, teli per serre e reti per recinzioni gli articoli più ricercati. Climatizzazione: bilancio positivo nel 2022 Il 2022 è stato un anno positivo per il settore della climatizzazione, lo confermano i risultati dell’indagine statistica di Assoclima sui dati di produzione, importazione, esportazione e mercato Italia di climatizzatori d’ambiente, sistemi split, multisplit e VRF, condizionatori packaged e roof top, pompe di calore, gruppi frigoriferi con condensazione ad aria e ad acqua, unità di trattamento aria, sistemi di ventilazione meccanica controllata, unità terminali, sistemi ibridi e apparecchi per la produzione di acqua calda sanitaria. L’edizione 2022 dell’indagine, alla quale hanno partecipato 48 aziende, ha evidenziato un valore della produzione nazionale di poco superiore al miliardo di euro, in crescita del 29% rispetto all’anno precedente, mentre il totale del mercato Italia ha superato i 3 miliardi di euro, con un incremento del 35,5% sul 2021. Per il comparto dell’espansione diretta l’indagine Assoclima ha rilevato un trend positivo del fatturato Italia per tutte le tipologie di prodotti: +17% a valore e +11% a volume per i climatizzatori monosplit, +13% a valore e +8% a volume per i multisplit. Numeri ancora più eclatanti sono stati rilevati per gli apparecchi ibridi, la cui rilevazione statistica viene svolta in collaborazione con Assotermica: costituiti da una pompa di calore elettrica e una caldaia a gas a condensazione, questi apparecchi sono cresciuti del 190% a valore e del 110% a volume. Bene anche l’andamento delle vendite di pompe di calore per la produzione di acqua calda sanitaria: il 2022 si è chiuso con aumenti del 87% a valore e 64% a volume. SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

NEWS ATTUALITÀ La filiera del legno-arredo chiude il 2022 a +12,6% La filiera del legno-arredo termina il 2022 con un fatturato alla produzione di 56,5 miliardi di euro, per un incremento del 12,6% rispetto al 2021, come indicato dai consuntivi elaborati dal Centro Studi FederlegnoArredo. I valori passano così dai 43,2 miliardi di euro del 2019, ai 50,2 miliardi del 2021, agli attuali 56,5, con una partenza estremamente positiva nel primo trimestre, che è andata man mano riducendosi a fine anno, sia sul mercato interno che sui mercati esteri. L’aumento del 12,6% è la sintesi di un +12,2% delle vendite Italia (35,6 miliardi di euro) e di un +13,3% delle esportazioni (21 miliardi di euro) che rappresentano il 37% delle vendite totali. Guardando all’andamento per categoria, il fatturato del macrosistema legno (23,5 miliardi di euro) registra un incremento del +14,3%, il macrosistema arredamento (circa 29 miliardi di euro) segna un +11% e il commercio legno (4 miliardi di euro) un +15%. “In un anno in cui a predominare è indubbiamente il segno positivo – si legge in una nota stampa diramata da FederlegnoArredo – è doveroso soffermarsi a capire se e quanto questo sia davvero indice di una crescita effettiva del settore o se non sia piuttosto il risultato algebrico fra produzione industriale e fatturato, in cui i costi delle materie prime e dell’energia hanno costituito un elemento decisivo per determinare la redditività delle imprese”. Ebbene, mettendo a confronto l’indice della produzione industriale (che misura il volume della produzione) con quello del fatturato dell’industria emerge un gap di oltre 11 punti per l’industria del mobile (fatturato 12,1%, produzione 0,8%) e di ben 17 per il legno, sul quale l’incidenza del costo delle materie prime è più rilevante e immediato. Gli aumenti del legno, iniziati già a febbraio 2021, si sono mantenuti a ritmi sostenuti per tutto il 2022 arrivando a un +14,5% di media nel corso dell’anno. Seppur con un’incidenza minore, anche il mobile ha subito l’impennata dei prezzi, che ha raggiunto il +10,3%.

NEWS ATTUALITÀ FERRUTENSIL 22 Ottimax: chiudono i negozi di Reana del Rojale (Ud) e Catania Lo scorso 19 marzo ha abbassato le saracinesche definitivamente lo store Ottimax di Reana in provincia di Udine, aperto nell’ottobre 2018. La superficie di vendita del centro era di 8.000 mq. I 20 dipendenti che lavoravano nel negozio saranno ricollocati negli altri punti vendita del Gruppo Bricofer della regione. Difficile non mettere in relazione la chiusura del centro con l’apertura di Tecnomat, sempre a Reana del Rojale, nel maggio 2021, a soli 2 chilometri di distanza. A pochi giorni di distanza da quella a Reana del Rojale in Friuli Venezia-Giulia, viene annunciata anche la chiusura del punto vendita Ottimax di San Giuseppe La Rena, nelle vicinanze dell’aeroporto di Catania, 11.000 mq all’interno del centro commerciale Catania La Rena. Il Gruppo Bricofer ha infatti comunicato ai 35 dipendenti l’intenzione di abbassare le saracinesche entro la fine di maggio, proponendo il trasferimento in negozi del Nord Italia. Il punto vendita catanese dell’insegna professionale del Gruppo Bricofer aveva aperto poco meno di 4 anni fa, nel luglio 2019, riconvertendo un ipermercato Auchan. Anche in questo caso, come a Reana, nelle vicinanze è attivo il temibile e diretto concorrente Tecnomat (a Misterbianco, meno di 10 km di distanza) ma in questo caso il centro del Gruppo Adeo era già operativo da 8 anni all’apertura di Ottimax. Si riduce così a soli 4 negozi la rete di vendita di Ottimax: Olbia, Gradisca (Ud), Cesena e San Giuliano Milanese (Mi). Home & Garden: è boom di pagamenti rateali Italiani sempre più attenti alla cura del giardino. Secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio The World after Lockdown di Nomisma sono infatti 19 milioni, il 39% della popolazione, gli italiani dal “pollice verde”. Il giardinaggio si conferma uno dei passatempi preferiti dagli italiani e coinvolge due tipi di appassionati: i “green expert”, ovvero gli agricoltori che si occupano di vasti spazi verdi come terreni, orti e frutteti, e i “green enthusiast”, coloro che invece si dedicano alla cura di piante e fiori all’interno delle loro case o sui loro balconi (fonte: Osservatorio The World after Lockdown di Nomisma). Una crescita che si riflette anche nei dati Alma, il servizio di pagamenti rateali focalizzato su prodotti e servizi di fascia medio-alta. L’Osservatorio Buy Now Pay Later di Alma, infatti, riporta come la categoria Home & Garden sia una delle più popolari tra chi sceglie i pagamenti rateali: prodotti per il giardino come tagliaerba, barbecue e macchinari per la cura degli spazi esterni sono infatti tra i prodotti più acquistati con le soluzioni rateali, insieme a quelli per il fai-da-te come trapani, saldatrici e avvitatori. Il crescente trend che si sta manifestando evidenzia come i centri di giardinaggio e i rivenditori del settore siano sempre più sensibili ad adattarsi all’evoluzione del digitale. Se da un lato, per rimanere competitivi, i tradizionali negozi di giardinaggio hanno dovuto affrontare cambiamenti organizzativi e strutturali – già anticipati da alcune realtà online – dall’altro hanno sfruttato le nuove tecnologie per espandere i loro servizi e sviluppare scenari ambiziosi per il futuro. SU FERRUTENSIL.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

15a edizione Con 28-29 settembre 2023 - Fieramilanocity LA FILIERA DISTRIBUTIVA DEL BRICOLAGE SI INCONTRA A BRICODAY NOVITÀ 2023 Bricoday 2023 dedica un’area immersiva all’ecommerce, all’evoluzione digitale del punto vendita fisico e a tutti i servizi avanzati nel comparto del bricolage e della ferramenta. SPONSOR POWERED BY

PARTNERSHIP TRA MACHIERALDO E PIELLEBI PER RAFFORZARE LA PRESENZA SUL MERCATO INTERVISTA L’accordo societario tra i due players distributivi mira ad affrontare più efficacemente un mercato sempre più competitivo e complesso. Un accordo che segna il cambio di passo nella strategia di sviluppo nel Nord Italia? Lo abbiamo chiesto a Michele Raselli. FERRUTENSIL 28 ALESSANDRA FRASCHINI alessandra.fraschini@epesrl.it accordo sotto l’aspetto commerciale e strategico con Michele Raselli, AD di Machieraldo Spa. Come nasce la partnership societaria con Piellebi? L’accordo nasce dopo diversi incontri di presenza dove abbiamo trovato molte similitudini personali e lavorative con la famiglia Bovone ed abbiamo deciso di procedere con questa partnership e continuare questo percorso di successo insieme per rafforzare le proprie posizioni. L’azienda Machieraldo infatti cercava da tempo un appoggio “fisico” nel Triveneto e Piellebi voleva implementare la sua offerta commerciale. I due bisogni si sono incontrati ed hanno trovato la loro reciproca soddisfazione. Chi è Piellebi? Piellebi è una ditta storica di Badoere in provincia di Treviso che distribuisce prodotti di pulizia, casalinghi ed Horeca nel Triveneto presso le omonime rivendite. Le governance societarie di Machieraldo e Piellebi sono cambiate dopo l’accordo? Nel marzo scorso, si è concretizzato l’accordo dell’ingresso in società di Machieraldo Spa e Piellebi srl la cui formalizzazione avverrà nei prossimi mesi. Machieraldo Spa, azienda storica nella distribuzione nata nel 1910 e conosciuta a livello nazionale, opera nel settore delle rivendite di ferramenta, specialisti della sicurezza, magazzini edili, agricole, casalinghi nelle regioni del Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia e Triveneto. Nell’autunno del 2015 è stato attivato il magazzino logistico decentrato di Salussola (BI) e nel 2017, è stata ultimata l'attivazione della rete vendita nel Nord/Est Italia. Nel 2019 è stata potenziata la presenza commerciale settore casalinghi nel Nord/Ovest. Nel 2020 è stato ampliato il magazzino logistico di Salussola (BI) e nel 2022 la sede di Cavaglià (BI). Piellebi srl opera dal 1968 nel settore delle rivendite di ferramenta e casalinghi nel territorio del Triveneto, ed è un grossista specializzato nei prodotti per la casa, pulizia, forniture alberghiere con un assortimento di oltre 10.000 referenze nella continua ricerca di migliorare la gamma attraverso analisi e selezioni di prodotti innovativi, con standard di qualità elevati e accessibili nel prezzo. L’aggregazione ha il fine di rafforzare le due società in un mercato sempre più competitivo e complesso. Abbiamo approfondito questo Michele Raselli, AD di Machieraldo Spa.

No, non cambiano, le aziende proseguiranno con due ragioni sociali distinte. Entrambe le società continueranno ad effettuare in completa autonomia vendite ed acquisti, da ora in sinergia. Le famiglie Machieraldo e Bovone restano le figure apicali in entrambe le aziende? Certamente, entrambe le famiglie restano alla direzione delle rispettive aziende. Quali progetti di sviluppo ha Machieraldo nel Nord est? Sicuramente ci sarà un ampliamento dell’offerta merceologica del gruppo Machieraldo-Piellebi in Triveneto. Verrà potenziato l’attuale assortimento di Piellebi con ulteriori prodotti casalinghi e, in un prossimo futuro, anche con la gamma di ferramenta e sicurezza attualmente trattata da Machieraldo. Ciò permetterà di aumentare notevolmente l’offerta e la penetrazione nei clienti del Triveneto delle aziende citate. Quali obiettivi economici e commerciali vi siete dati? Il nostro obbiettivo è di sostenere il cliente, nello specifico la rivendita tradizionale, potendogli offrire sempre più prodotti e servizi, in modo da combattere insieme in questo mercato complesso e complicato. Con l’accordo si modificherà il mix assortimentale a disposizione dei negozi clienti di Machieraldo e Piellebi? Entrambe le società inseriranno i prodotti che attualmente non trattano per completare l’offerta merceologica. Insieme quanti punti vendita (ferramenta, casalinghi, edilizia) servite complessivamente? Il gruppo (creato con la partnership) potrà servire circa 6.500 clienti rivendite. FERRUTENSIL 29 INTERVISTA Machieraldo cercava da tempo un appoggio “fisico” nel Triveneto e Piellebi voleva implementare la sua offerta commerciale. I due bisogni si sono incontrati ed hanno trovato la loro reciproca soddisfazione. La fornitura industriale ed alberghiera quanto vale nel vostro business? Non facciamo (e non faremo in futuro) direttamente forniture industriali o alberghiere; manteniamo la correttezza commerciale nella distribuzione passando per le rivendite. Quali obiettivi? Expo Machieraldo debutterà nel Triveneto? Già nel 2022 abbiamo organizzato il primo evento expo a Strà (VE) invitando una selezione di fornitori ed esteso l’invito ad i nostri clienti affezionati del Triveneto, e replicheremo sicuramente questo format. n

INTERVISTA Tutto nasce da un piccolo negozio a Palestrina, in provincia di Roma, creato dal fondatore, Pio Macarra, artigiano imbianchino con grande esperienza nel campo del colore. Il punto vendita, nato nel 1965, inizialmente viene gestito da Pio insieme alla moglie. Da persona che conosce il mestiere, Pio privilegia un approccio in cui si possa dare consulenza tecnica al cliente, aspetto che rimarrà caratteristico dell’azienda anche negli anni a venire. Nel 1990, il figlio Luca inizia a lavorare per l’attività di famiglia, dando il suo persoOggi il gruppo con 60 dipendenti, 4 punti vendita, una rete di 10 agenti commerciali continua la crescita nel canale fisico b2b e b2c e online. Ne abbiamo parlato con uno dei titolari, Luca Macarra. FERRUTENSIL 30 ALESSANDRA FRASCHINI alessandra.fraschini@epesrl.it nale imprinting al lavoro e aprendo a nuove modalità di ricerca del cliente. Con lui, per la prima volta, il negozio esce dal proprio spazio fisico, e va a proporre l’offerta direttamente sul cantiere. Inizia così una crescita costante e continua con l’apertura di nuovi punti vendita: nel 2004 nasce il deposito di San Cesareo, oggi sede del centro logistico e maggiore punto vendita. Nel 2008 apre Velletri e nel 2009 è la volta di Ladispoli. Nel 2021, grazie all’entusiasmo della terza generazione Macarra, Eleonora e Sofia, figlie di Luca, la sede di San Cesareo si allarga con l’apertura di un punto vendita Brico per le esigenze del privato. Oggi l’azienda conta circa 60 dipendenti, 4 punti vendita, una rete di 10 agenti commerciali. Quanto conta per voi, l’aggregazione? In quali gruppi cooperativi o consorzi siete presenti? Crediamo fortemente nella collaborazione tra gruppi di rivenditori che abbiano le stesse caratteristiche e dimensioni. Facciamo parte della rete Coopar, consolidato gruppo di acquisto di rivenditori laziali, tramite il quale abbiamo contatti storici con alcune aziende di vernici e accessori. Siamo, inoltre, affiliati Brico io. Come si inseriscono i vostri punti vendita nei territori in cui operate? La scelta strategica nell’apertura dei punti vendita è stata quella di coprire le zone importanti dell’hinterland romano, da cui partono le imprese che quotidiaIl titolare, Luca Macarra, con le due figlie Eleonora e Sofia Macarra. GRUPPO MISTER MAC: FOCUS SU AGGREGAZIONE E SPECIALIZZAZIONE IN EDILIZIA E COLORE

namente vanno a lavorare sui cantieri della Capitale. Inoltre, grazie alla rete di agenti commerciali, riusciamo ad essere punto di riferimento anche di aziende lontane dalla nostra zona. Come sono organizzati i vostri punti vendita professionali? In ciascuno dei nostri punti vendita è presente uno stock di prodotti tipici del rivenditore di edilizia leggera, una zona tintometri che ci caratterizza per professionalità e competenza e con la quale riusciamo a soddisfare le esigenze della clientela nel campo del colore, e infine aree espositive dei principali marchi di decorativi. E lo store brico ad insegna Brico io? Il punto vendita Brico io San Cesareo è stato inserito in collegamento al settore professionale, allargando così l’offerta a nuovi settori merceologici. Sono state create due entrate, una per le imprese e una per i consumatori e i bricoleurs. L’idea è quella di sperimentare la formula del fai da te professionale, che venga incontro a tutte le esigenze. Se l’esperienza si rivelerà produttiva, siamo pronti a replicarla anche in altri punti vendita. FERRUTENSIL 31 INTERVISTA MISTER MAC IN PILLOLE Gruppo: 4 punti vendita (San Cesareo - centro logistico e Brico io - Velletri, Ladispoli, Palestrina) Metri quadri espositivi: Punto Vendita San Cesareo mq 1.800 Punto Vendita Palestrina mq 530 Negozio Punto Vendita Velletri mq 340 Negozio Punto Vendita Ladispoli mq 208 Negozio Dipendenti: 60 collaboratori Merceologie: edilizia leggera, colore, ferramenta, antinfortunistica, elettroutensili Brand principali: Caparol, Mapei, Knauf, Boero, Fassa, UPower, Logica, Makita, Flex, ecc. Sito e presenza social media: sito www.mistermac.it, FB Meta: www.facebook.com/MisterMacEdiliziaeColore Instagram: www.instagram.com/mistermacediliziaecolore LinkedIn: www.linkedin.com/company/mister-mac-centri-edilizia/ Youtube: www.youtube.com/channel/UCjx8dte6EHcxoLm4PX1LReA >>> In ciascuno dei nostri punti vendita è presente uno stock di prodotti tipici del rivenditore di edilizia leggera, una zona tintometri e infine aree espositive dei principali marchi di decorativi.

RkJQdWJsaXNoZXIy Mzg5ODQy